Trapianto completo di laringe e trachea. E la paziente recupera la voce

immagine

Riacquista la voce dopo un trapianto completo di trachea e laringe.

È quanto è accaduto a una 52enne californiana, Brenda Jensen, che aveva perso l’uso della parola dopo che un intervento errato le aveva bloccato le corde vocali.

L’intervento, durato 19 ore, è stato eseguito nell’ottobre 2010 al David Medical Centre di Sacramento da un’equipe internazionale di chirurghi, fra cui spicca il nome dell’italiano Paolo Macchiarini, e si tratta del secondo trapianto di laringe al mondo.

Racconta la Jensen: “Questa operazione mi ha ridato la vita e mi sento davvero fortunata ad avere avuto questa possibilità. È un miracolo. Adesso non faccio altro che parlare, parlare e parlare. Ogni giorno è un nuovo inizio per me e sto lavorando davvero duro per ricominciare a usare le corde vocali e per allenare i muscoli della deglutizione. Probabilmente, non potrò mai più cantare in un coro, ma è eccitante poter parlare normalmente e non vedo l’ora di mangiare, bere e fare di nuovo il bagno”. Sfido: per 10 anni la signora Jensen è stata alimentata grazie a un tubo, aveva le corde vocali paralizzate e parlava solo attraverso un dispositivo elettronico.

Ora i medici guardano al futuro e sostengono che “l’operazione potrebbe aprire la strada a trapianti analoghi in persone che hanno avuto malattie o traumi alla laringe che li costringono ad emettere suoni con apparecchi elettronici”.

Germana Carillo