L'udito è a rischio con la musica alta degli Mp3

immagine

Che la musica alta nelle orecchie portasse a problemi d’udito era già cosa nota. Ne avevamo già parlato citando una ricerca della Yale University.

Oggi a ribadirlo è Lino Di Rienzo, presidente della Società italiana di endoscopia e radiofrequenze otorinolaringoiatrica, che snocciola alcuni dati: il problema tocca circa 10 milioni di persone nell’Unione europea, con un 5-10% di casi a rischio di perdita dell’udito.

Il volume eccessivo della musica ascoltata a lungo con Mp3 o cellulari – che a volte si somma al rumore esterno – può provocare cali di attenzione e insonnia e può lesionare l’orecchio interno, patologie che stanno diventando sempre più diffuse anche tra adolescenti e bambini.

L'impiego di auricolari endoaurali in cuffia o via bluetooth - dice Di Rienzo - è in grado di potenziare il danno acustico per la maggiore pressione sonora raggiungibile e portata direttamente vicino alla coclea, una componente dell'orecchio interno”.

Non solo, ma l’eccessivo rumore può avere anche effetti psicologici come stress, nervosismo, tensione, disturbi della comunicazione.

Germana Carillo