Carpi: un caso di Dengue. Ma l'Ausl rassicura:"Nessun pericolo"

immagine

Confermato il caso di dengue a Carpi, in provincia di Modena. Si tratta di un uomo rientrato dal Brasile risportando i tipici sintomi dell'infezione: febbre alta, mal di testa e dolori muscolari.

Ma le condizioni generali dell'uomo, per fortuna, non destano preoccupazione. Gli esiti dell'esame presso il laboratorio dell'Ospedale Sant'Orsola di Bologna hanno confermato che si tratta del virus che viene trasmesso all'uomo dalla puntura di una zanzara tigre infetta. Nessun pericolo, dunque visto che non si trasmette da uomo a uomo.

Potrebbe essere pericoloso solo nel caso in cui trascorrano almeno 10 giorni dalla puntura di una persona che ha il virus. Per maggiore sicurezza, il Comune di Carpi ha organizzato una disinfestazione della zona, che si è svolta già ieri.

La famiglia dell'uomo è stata informata riguardo alle precauzioni da adottare per evitare la puntura di zanzare. L'Ausl di Modena ha dìfatto sapere in una nota che "non c'è nessun allarme", ricordando che "la zanzara tigre può diventare vettore della dengue solo se trascorrono almeno 10 giorni dalla puntura di una persona che ha il virus, puntura che deve avvenire entro una media di cinque giorni dalla comparsa dei primi sintomi". Ma la zanzara ha una ita molto breve, di circa 15-30 giorni, per cui il rischio di contagio è quasi nullo.

Francesca Mancuso