Anche nel sonno i neonati apprendono

neonati apprendono sonno

Anche durante la nanna i neonati sono capaci di imparare. Instancabile com’è, il loro cervello non smette mai di metabolizzare informazioni.

Ad affermarlo sono gli studiosi dell’Università della Florida, che, in uno studio pubblicato sul Proceedings of the National Academy of Sciences e diretto dalla psicologa Dana Byrd, hanno verificato la presenza di un’attività cerebrale anche durante il sonno di 26 neonati presi a campione.

I ricercatori hanno fatto ascoltare ai bimbi addormentati una musica e poi hanno leggermente soffiato sulle loro palpebre chiuse. Venti minuti dopo, hanno riproposto la stessa melodia e ben 24 neonati hanno strizzato gli occhi al suono delle note musicali, dimostrando di aver messo in pratica un certo automatismo.

Il fatto che emerge è che i lattanti hanno un cervello molto più complesso ed evoluto di quanto si potesse immaginare. Per di più, la Byrd pensa che i dati mostrino come “i piccoli posseggano strutture di comprensione poi perse durante la crescita”.

Lo studio, che è il primo a fare una simile scoperta, può avere implicazioni fondamentali nella identificazione di disturbi di apprendimento, come autismo o dislessia.

Germana Carillo