La postura ci rivela se diventeremo disabili da anziani

postura disabili anziani

Sapevate che la postura e la forma della colonna vertebrale potrebbero predire il rischio di divenire disabili da anziani? È quanto affermano alcuni ricercatori giapponesi, che hanno condotto uno studio per stabilire se e come si è predisposti a divenire non autosufficienti in età avanzata.

Per la ricerca, pubblicata sulla rivista inglese Journals of Gerontology Series A: Biological Sciences and Medical Sciences, sono stati presi in esame 804 volontari di età pari o superiori a 65 anni; di questi, il 58% erano donne. La dipendenza da ausili per camminare o da altre persone è stata valutata in base all'Indice ADL (Activities of Daily Living). Attraverso una sorta di "mouse vertebrale" collegato ad un computer è stata misurata, in modo non invasivo, la forma della colonna vertebrale. Gli studiosi sono partiti dall'alto, dalla vertebra cervicale a quella sacrale. Le misure sono state prese in quattro modi diversi, ma solo l'angolazione del tronco è stata associata con la futura disabilità.

Nel periodo trascorso dall'inizio della ricerca, il 15,7% dei partecipanti è divenuto disabile nelle ADL; il 7,6% è deceduto e lo 0,7% ha cambiato residenza. Dai risultati finali è emerso che le persone con i quartili più elevati e con l'angolo di inclinazione della colonna più grande avevano 3,47 volte in più probabilità di sviluppare una disabilità, rispetto ai soggetti con i quartili più bassi, indipendentemente da età, sesso, mal di schiena e rigidità.

Secondo gli studiosi, infine, una buona postura è importante, sin da piccoli, per mantenere una vita indipendente da anziani.

Silvia Bianchi

Leggi anche: Le 10 cause di invalidità (emicrania compresa)

 

Pin It