Giornata nazionale del Parkinson: sarà una campagna permanente

anzianimemoria

La giornata nazionale del Parkinson, si svolge da ormai 4 anni a novembre. Le due associazioni che la organizzano, LIMPE e DISMOV-SIN, impegnate già da tempo nella ricerca scientifica su questa malattia hanno deciso di rendere questa iniziativa più capillare e duratura.

È nata quindi una vera e propria campagna di sensibilizzazione sul Parkinson che culminerà il 30 novembre 2013 con la giornata nazionale dedicata a questa malattia di cui, solo in Italia, soffrono ben 200mila persone. Si tratta di un periodo di tempo in cui si raccoglieranno fondi e si promuoveranno diverse iniziative, un'occasione dunque per attirare di nuovo l'attenzione dei cittadini su un disturbo come quello del Parkinson sui cui meccanismi c'è ancora oggi molto da scoprire.

A detta del comitato promotore Limpe e Dismov-Sin è molto importante che si parli di questa malattia tutto l'anno perché: "Il Parkinson è una malattia molto diffusa e ha un alto impatto sulla persona, sulle famiglie e sulla società. Accanto alle difficoltà di movimento, la malattia pone sintomi non-motori altrettanto influenti sulla qualità di vita dei pazienti. I costi economici per le cure sono rilevanti, e quelli psicologici, uniti alle limitazioni funzionali nei vari ambiti della vita quotidiana, ne fanno una vera emergenza socio-sanitaria. Un giorno solo di riflettori non può bastare ed è per questo che la Giornata Parkinson si trasformerà in un flusso continuo di informazione".

È necessario però, a detta degli organizzatori, che tutte le parti interessate, ovvero pazienti, medici e famiglie, collaborino attivamente. Da parte loro i centri che aderiscono all'iniziativa, metteranno a disposizione i loro neurologi più competenti per approfondire diversi aspetti di questa malattia.

Potete dare il vostro contributo a questa ricerca anche attraverso il sito www.giornataparkinson.it, la pagina Facebook e la app di YouGive, scaricabile da smartphone o tablet. Sarà attivata una raccolta fondi anche attraverso sms solidali.

Leggi anche:

- Riconoscere i sintomi del Parkinson per una diagnosi precoce

- Flavonoidi per scongiurare il Parkinson