Gli antibiotici contro l'influenza sono inutili

batteri amtibiotici

Usare amoxicillina, uno tra gli antibiotici più prescritti, contro le infezioni respiratorie è solo dannoso. La conferma arriva da uno studio di alcuni ricercatori internazionali, tra cui Francesco Blasi, direttore del Dipartimento di Broncopneumologia presso il Policlinico di Milano.

Gli studiosi hanno suddiviso un campione di 2mila persone con un'infezione alle basse vie respiratorie in due gruppi, uno trattato con amoxicillina (3 grammi al giorno per 7 giorni), antibiotico specifico per la cura delle infezioni polmonari, e l'altro con un placebo. Dallo studio è emerso che quando non c'è una diagnosi di infezioni batteriche dell'apparato respiratorio come la polmonite l'uso dell'antibiotico fornisce pochi benefici nella popolazione in generale e in quella con più di 60 anni.

Blasi spiega: "Gli antibiotici sono responsabili di un lieve beneficio nel decorso della malattia ed evitano che la malattia peggiori, specialmente nei pazienti con meno di 60 anni. Ma non è giustificato un loro uso indiscriminato, dato che in diversi casi gli effetti collaterali superano questi lievi benefici. Il trattamento antibiotico è importantissimo in casi selezionati, e questi farmaci curano efficacemente la polmonite".

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Lancet Infectious Diseases.

Leggi anche:

- Antibiotici, un abuso spesso inutile

- Antibiotici, l'abuso allunga la vita dei batteri

Pin It