Cancro al seno: un bicchiere di vino aiuta a sconfiggerlo?

cancro al seno vino

Bere un bicchiere di vino al giorno può aiutare le donne affette da cancro al seno a migliorare le proprie possibilità di sopravvivenza di un quinto. Coloro che bevono con moderazione avrebbero maggiori possibilità di guarire dalla malattia rispetto alle donne completamente astemie.

Si tratta di quanto emerso dalle più recenti ricerche riguardanti la cura del cancro al seno. I risultati ottenuti dagli esperti potrebbero essere considerati sbalorditivi ed inaspettati, in quanto il consumo di alcol è stato ritenuto da studi precedenti come una delle possibili cause della comparsa del cancro al seno. La spiegazione risiede nel fatto che alcune sostanze contenute nell'alcol che possono danneggiare le cellule sane, hanno il medesimo effetto sulle cellule cancerogene. Al momento non esisterebbero linee guida specifiche relative al consumo di alcolici da parte delle donne affette da cancro al seno e la maggior parte di esse, una volta diagnosticata la malattia, decide di smettere di bere alcolici nella speranza di una guarigione più rapida.

I ricercatori dell'Università di Cambridge hanno preso in considerazione le condizioni di salute di oltre 13 mila donne affette da cancro al seno per una media di sette anni, portando a compimento il più ampio studio in questo ambito. Si sono occupati di registrare il consumo settimanale di alcolici di ognuna di loro, unitamente all'indice di massa corporea.

Dai dati raccolti da parte degli esperi è emerso come le donne che consumavano 3 bicchieri e mezzo di vino alla settimana (corrispondenti a 7 unità alcoliche), avevano il 10% di possibilità in più di sopravvivere alla malattia rispetto a coloro che non erano solite consumare alcolici di alcun tipo.

La percentuale saliva al 20% per le donne che consumavano 14 unità alcoliche alla settimana. Le conclusioni del Dottor Paul Pharoah, del dipartimento di oncologia dell'Università di Cambridge, riguardo allo studio in questione, recitano come non sia irragionevole che una donna affetta da cancro al seno possa consumare occasionalmente un bicchiere di vino.

Marta Albè