Acne: un virus della pelle potrebbe sconfiggerla

immagine

Un virus contro l'acne. Secondo un team di ricercatori dell'Università della California a Los Angeles (UCLA) e dell'Università di Pittsburgh, un microrganismo innocuo che si trova sula superficie della pelle umana può attaccare proprio i batteri che causano i brufoli.

Si tratta del "Propionibacterium acnes" un batterio che si trova nei pori della pelle e può provocare l'acne, e una famiglia di virus, i "Propionibacterium acnes fagi", creati per infettare e uccidere il batterio.

Gli studiosi hanno coinvolto un gruppo di soggetti con acne e un gruppo di soggetti senza acne. A questi è stato prelevato un campione del virus P. fagi acnes e un campione del batterio P. acnes. I ricercatori hanno poi sequenziato i genomi dei batteriofagi per scoprire che i virus in questione presentavano diverse caratteristiche: per esempio, una piccola dimensione, una limitata differenza e una bionaa capacità di uccidere i propri ospiti. Per questo, secondo gli autori, questi virus potrebbero far ingtravedere una cura contro l'acne.

A essere promettente è la caratteristica mancanza di diversità genetica tra i virus fagi che possono aggredire e uccidere batteri specifici.

"I fagi– conclude Laura Marinelli, un ricercatore post-dottorato nel laboratorio UCLA di Modlin – sono programmati per colpire e uccidere batteri specifici, così il P. acnes fagi attacca solo il batterio P. acnes, e non altri come l'E. coli. Questa caratteristica suggerisce che essi offrono un forte potenziale per l'uso terapeutico mirato".

Prossimamente, i ricercatori isoleranno la proteina attiva del P. acnes virus e verificaranno se questa sia efficace quanto il virus nell'uccidere i batteri dell'acne.

LEGGI ANCHE: 7 REGOLE PER SCONFIGGERE L'ACNE