Stress: a piccole dosi protegge il sistema immunitario

immagine

Sistema immunitario al top con un pizzico di stress. Uno studio condotto alla School of Medicine della Stanford University ha verificato come gli ormoni scatenati dallo stress aumentino la risposta immunitaria, lasciando pensare che lo stress potrebbe anche essere positivo.

Tutto funziona in base alla logica del "fight-or-flight" (combatti o scappa), secondo la quale gli ormoni dello stress sarebbero in grado di influire sulle principali sottopopolazioni delle cellule del sistema immunitario. In questo modo, gli scienziati hanno pensato che lo stress, se di breve durata, riesce anche a mobilitare alcune risorse dell'organismo che danno vita a una serie di risposte a quelle che vengono ritenute delle minacce immediate.

In pratica, secondo gli autori, questo studio delinea un quadro più chiaro di come la mente influenzi l'attività immunitaria. "Nessuno vuole mantenere il proprio sistema immunitario alla massima allerta in ogni momento – conclude Firdaus Dhabhar, professore che ha condotto la ricerca – Così la natura usa il cervello, l'organo più in grado di rilevare una sfida che si avvicina, per segnalare il rilevamento al resto del corpo dirigendo il rilascio di ormoni dello stress. Senza di loro, un leone non potrebbe uccidere, e un impala scappare".

Lo studio è stato pubblicato sul Journal of Psychoneuroendocrinology.