viagra spalmabile

Tra qualche anno il viagra potrà essere spalmato direttamente sul pene

Viagra: tra qualche anno sarà spalmabile

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Chi ha bisogno di un aiutino per godere di un po’ di sano sesso e non subire gli effetti collaterali della famosa pillola blu, dovrà ringraziare i ricercatori dell’Albert Einstein College of Medicine di New York.

Una loro pubblicazione sul Journal of Sexual Machine (il nome è tutto un programma) annuncia la nascita di un Viagra spalmabile localmente.

Così, per rendere più energiche le prestazioni a letto – o dove vi pare! – basterà spalmare un po’ di questa miracolosa pomatina sulla zona interessata, sì insomma… sul pene.

Gli studiosi assicurano che la pomata non presenta i problemi collegati a una sostanza chimica da ingerire e ha un’azione molto più rapida rispetto al Viagra classico.

Unico rammarico è che questo rimedio non sarà pronto prima di 10 anni.

Per ora, infatti, i test sono stati effettuati solo su un campione di topini (poveri!) da laboratorio. Suddivisi in due gruppi, le cavie che hanno testato la pomata e il gruppo di controllo al quale è stato dato un placebo per confrontare le reazioni, hanno dimostrato di reagire positivamente all’assorbimento del principio attivo, l’ossido di azoto, che funge da vasodilatatore e consente quindi un maggiore afflusso di sangue ai corpi cavernosi del pene. Il vettore dell’ossido di azoto è formato da nanoparticelle che penetrano sotto la pelle.

E voilà, l’erezione!

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, classe 1977, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing e correzione di bozze. Direttore di Wellme.it per tre anni, scrive per Greenme.it da dieci. È volontaria Nati per Leggere in Campania.