Il prurito è contagioso come avviene per gli sbadigli!

prurito contagioso

Prurito contagioso come gli sbadigli. A chi non è mai capitato di vedere qualcuno fare uno sbadiglio e avere improvvisamente voglia di sbadigliare?

Lo sbadiglio ha il potere di trasmettersi di persona in persona e lo stesso avviene anche con il prurito. Quasi sicuramente non ce ne siamo accorti, ma ci sarà capitato di vedere qualcuno che si gratta ed essere presi all'improvviso da un'irrefrenabile voglia di grattarci. È normale? Ebbene sì, il prurito è contagioso come lo sbadiglio!

A dimostrare questa tesi ci ha pensato l'equipe di ricercatori della Liverpool John Moores University e dell'Università di Manchester, i quali dopo aver reclutato un gruppo di 30 persone di entrambi i sessi, hanno deciso di mostrare loro delle immagini in cui veniva suscitato prurito e altre in cui questo non avveniva. Dopo avere osservato attentamente le reazioni di tutte le persone sottoposte al test, i ricercatori hanno scoperto che guardare un'immagine in cui c'è qualcuno che si gratta induce prurito.

Perché accade tutto questo?

Dare una risposta a questa domanda non è affatto semplice, ma si può affermare con certezza che la sensazione di prurito viene trasmessa guardando semplicemente una persona sottoposta allo stimolo del prurito, mentre lo stimolo di grattarsi arriva quando si vede qualcuno che lo sta facendo o addirittura anche un semplice graffio.

Come afferma uno dei ricercatori che hanno condotto la ricerca il prof. Francis McGlone, neuro-scienziato cognitivo della Liverpool John Moores University, lo stimolo di grattarsi può diventare irrefrenabile e trasformarsi in una sorta di malattia chiamata prurito cronico che si manifesta come un irrefrenabile bisogno di grattarsi ogni qual volta che si è sottoposti ad uno stimolo esterno come per esempio la visione di persone che si grattano, pidocchi, insetti, graffi e qualsiasi altra cosa riporti alla nostra mente la sensazione di prurito.

Al momento non è stata una soluzione al problema del prurito, di conseguenza chi è preso da questo stimolo non ha via di scampo: deve grattarsi! Ma attenzione a non farlo troppo violentemente, così facendo incorrerete in grossi e fastidiosi graffi.

Il mio consiglio è dunque quello di non grattarsi con eccessiva foga, perché è vero sì che ci si gratta istintivamente senza pensarci, ma è anche vero che possiamo limitare la forza che imprimiamo nello sfregamento ed evitare traumi alla nostra pelle.

Italia Imbimbo

LEGGI ANCHE: 9 COSE CHE IL TUO CORPO CERCA DI DIRTI