trapianti organo

30 maggio, XIII Giornata Nazionale Donazione e Trapianto

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il prossimo 30 maggio sarà celebrata la XIII edizione della Giornata Nazionale Donazione e Trapianto voluto fortemente dal Ministero della Salute e organizzata con la collaborazione dell’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, delle Associazioni e del Centro Nazionale Trapianti e delle Regioni ed Enti locali che, insieme, hanno programmato una fitta serie di eventi atti a dare visibilità e sostegno al tema ancora molto delicato della donazione degli organi.

Lo slogan quest’anno sarà “Un donatore moltiplica la vita” e rende effettivamente l’idea di quanto sia di vitale importanza per coloro che hanno bisogno di trapianti (e sono tantissimi) la donazione degli organi e dei tessuti. Un singolo donatore può ri-donare la vita a tantissime altre persone permettendo loro di vivere sereni una vita normale che fino a quel momento era limitata e seriamente minacciata da gravi malattie.

La donazione e il trapianto mettono a confronto la morte e la vita e, forse, è proprio per questo che spesso non se ne parla. È complicato riuscire a consolare e “convincere” i familiari dei donatori in quel particolare e doloroso momento della perdita del proprio caro. La forza per acconsentire all’espianto degli organi e alla loro donazione deve venir fuori dall’amore per la vita in generale che, in quel caso, sarà una vita regalata a tante altre persone in difficoltà.

L’idea del donatore come moltiplicatore di vite è anche il centro di un gioco, una sorta di scarabeo, al quale si può partecipare visitando il sito della manifestazione e cliccando sul link “Schierati per la vita“. Ti sarà richiesto di inserire il tuo nome che sarà parte di un cartellone dove al centro c’è la parola “donatore” su cui si incrociano (e si moltiplicano) i vari nomi dei partecipanti. Insomma, un giochino simbolico che rende chiaro il concetto che la vita di un donatore può incrociare tante altre vite, anche la nostra!

Gli obiettivi delle manifestazioni organizzate in tutta Italia sono ben precisi:

  • informare e sensibilizzare la popolazione soprattutto sull’importanza della donazione;
  • promuovere tra le Istituzioni una decisa presa di responsabilità nei confronti dei cittadini che attendono un trapianto;
  • incrementare le segnalazioni dei candidati alla donazione;
  • sviluppare attraverso i media le informazioni sui temi della donazione e del trapianto per far capire, tra le altre cose, che ogni cittadino può essere fondamentale per salvare la vita degli altri e ciascuno ha diritto di manifestare la propria volontà;
  • incrementare le dichiarazioni di volontà per la donazione;
  • aumentare il numero dei trapianti.

Per scoprire i dettagli degli eventi promossi nelle varie Regioni basta consultare i link seguenti:

Eventi AIDO nelle varie Regioni

Eventi previsti nelle varie Regioni.

Lazzaro Langellotti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin