"Come non detto", il ritorno di Syria

syria

"Come non detto" è il singolo che segna il ritorno di Syria sulle scene musicali italiane. La cantante, che era approdata su palcoscenici di tutta la nostra penisola dopo il primo successo ottenuto a "Sanremo Giovani" nel 1995 e che vanta alle proprie spalle collaborazioni con diversi grandi nomi della musica italiana, tra cui Biagio Antonacci, è pronta ad intonare un brano che approderà anche al cinema.


Il nuovo singolo di Syria porta infatti lo stesso titolo della pellicola di cui sarà la colonna sonora, una commedia incentrata sul tema dell'omofobia e sulle difficoltà nel fare coming out da parte del protagonista, il tutto trattato con ironia e leggerezza, ma senza tralasciare aspetti maggiormente seri, come la condanna degli stessi atteggiamenti omofobi.

La cantante ha dichiarato di sentirsi particolarmente fiera di avere scelto questa pellicola, diretta da Ivan Silvestrini, per interpretare la propria prima colonna sonora. Syria è stata subito colpita dal fatto che l'intento del film fosse incentrato nel lanciare messaggi importanti, pur mantenendosi su toni ironici e leggeri. Il testo di "Come non detto" ne rispecchierebbe gli intenti, riuscendo a toccare corde profonde in chi lo ascolterà.

Il testo del brano è naturalmente ispirato alle vicende che potremo vedere susseguirsi sullo schermo durante la proiezione della pellicola. Tra i protagonisti del film vi saranno Monica Guerritore, Francesco Montanari e Josafat Vagni. Mentre il brano di Syria è già ascoltabile in radio da alcuni giorni, il nuovo film uscirà in tutte le sale cinematografiche verso la fine dell'estate, il prossimo 7 settembre.

Marta Albè

Fonte foto: Syria.it