Un omicidio a Sanremo al centro del primo libro di Pupo

Fonte foto: lanostratv.it

A poche ore dall'apertura del Festival di Sanremo, Pupo annuncia l'uscita del suo primo romanzo, un thriller mozzafiato ambientato proprio tra i luoghi della kermesse musicale ed il Casinò della città ligure, che porta il titolo di "La Confessione".

Il libro, firmato da Enzo Ghinazzi – è questo, per chi non lo sapesse, il vero nome del cantautore e showman – ed edito da Rizzoli, è incentrato su vicende che vedono il proprio inizio proprio nella giornata di apertura di una nuova edizione del Festival dedicato alla canzone italiana.

Come nella struttura più classica dei romanzi thriller e gialli, gran parte dello spazio del racconto è occupato da un lungo flashback, le cui azioni si dispiegano tra eventi puramente legati alla fantasia e pagine che non disdegnano il ricorso a spunti autobiografici, con richiami ai retroscena dell'evento musicale più atteso ed al tema del gioco d'azzardo.

Il giallo è incentrato sulle indagini successive all'omicidio di uno dei cantanti più amati dal pubblico italiano, ucciso da un colpo di pistola, che gli ha sfigurato il volto, nella sua camera d'albergo ed in circostanze misteriose.

Pupo, a due anni dal secondo posto ottenuto al Festival con il brano "Italia, amore mio", per l'esecuzione del quale era stato affiancato dal tenore Luca Canonici e da Emanuele Filiberto, si prepara a vestire i panni della voce ufficiale del Festival via radio con il programma "Attenti al Pupo", in onda su Radio1.

Marta Albè