Ecco perché allattare fa bene ai neonati. E alle mamme

Allattare al seno dona ai bambini numerosi benefici, in quanto favorisce il loro sviluppo emotivo e psichico e in più riduce il rischio di obesità, asma ed allergie. Allattare è un vero toccasana per i neonati. E per le mamme?

Anche per loro non c'è niente di meglio: infatti, secondo quanto emerso da uno studio condotto negli Stati Uniti dai ricercatori delle università di Harvard e Pittsburgh, allattare i figli per almeno un anno dopo la loro nascita riduce sensibilmente il rischio di tumore al seno, infarto, ipertensione, diabete e altre gravi malattie. Inoltre l'allattamento al seno cementifica il rapporto fra il neonato e la madre e in più migliora la loro emotività.

Nonostante i numerosi benefici derivanti da questa pratica antichissima, negli Stati Uniti sempre meno madri scelgono di allattare i propri figli al seno. Secondo una stima recente solo un quarto di esse decide di allattare il proprio bambino fino al primo anno di vita.

Secondo lo studio delle università di Harvard e Pittsburgh pubblicato su Obstetrics and Gynecology, se tutte le madri allattassero i loro bambini per almeno un anno, lo Stato americano risparmierebbe ben 870 milioni di dollari sulle spese sanitarie e 14 miliardi sulle spese per la comunità, in quanto questo eviterebbe 54mila casi di ipertensione, 14mila attacchi cardiaci e ben 5mila casi di tumore al seno.

In Italia la situazione è diversa, moltissime mamme provano ad allattare i propri bambini, ma molte si scoraggiano e così smettono presto. Secondo i recenti dati diffusi dall'Istat (Istituto nazionale di statistica) le mamme che decidono di allattare sono circa l'81% sul totale e il periodo di allattamento dura in media 7 mesi.

Per quanto riguarda i vantaggi derivanti dall'allattamento al seno materno anche l'Associazione Italiana di Ostetricia è d'accordo con lo studio condotto dai ricercatori americani e la presidente, Antonella Marchi, ha affermato che l'allattamento è una pratica fondamentale per il benessere psico-fisico della mamma e del bambino. La dottoressa ha inoltre aggiunto che l'allattamento inibisce l'ovulazione e di conseguenza può essere considerato un metodo anticoncezionale, ma non sicuro al 100%, ciò nonostante può essere considerato un valido aiuto per recuperare l'intimità col partner dopo la nascita del bambino.

Italia Imbimbo

Leggi anche:

- Hai allattato al seno? Tuo figlio farà carriera

- L'allattamento naturale rende i bambini più intelligenti

Pin It