Menopausa e no ai farmaci: ecco la donna italiana over 50

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Che si tratti di pillole, di cerotti o di ormoni, le donne italiane che affrontano la menopausa dicono sempre più spesso no ai farmaci: circa il 60% di loro sopporta i sintomi tipici, come le fastidiose vampate, senza il supporto di nessuna medicina.

Secondo gli ultimi dati dell’Osservatorio Nazionale sull’impiego dei medicinaliOsMed, le terapie ormonali per la menopausa in Italia sono passate dalle 30 dosi giornaliere di farmaco ogni mille abitanti nel periodo 2000-2002, alle 15 del 2010.

Le donne italiane, quindi, non vivono questo momento particolare della propria vita come una malattia e non sentono il bisogno di “curarsi”. Ma il “niet” secco e deciso agli ormoni è sempre la scelta migliore? Non proprio. Perché escludere a priori l’uso di ormoni non sempre è corretto.

Come ogni terapia – spiega Valeria Dubini, vicepresidente dell’Associazione Ostetrici Ginecologi Ospedalieri Italiani – anche quella ormonale per i disturbi della menopausa presenta rischi e benefici, che devono essere soppesati nei singoli casi. In base a questo, una volta che è stata debitamente informata, a scegliere deve essere la paziente: solo lei sa quanto i sintomi sono tollerabili o quanto compromettono la qualità della sua vita“. Secondo una recente ricerca, ad esempio, la terapia ormonale sostitutiva sarebbe in grado di contrastare l’effetto “ingrassamento” portato dalla menopausa, che dopo i 50 anni può far ingrassare ingrassare in media di 1 Kg l’anno.

Il dibattito scientifico sulle cure ormonali sostitutive, fra detrattori e sostenitori, resta uno dei più accessi. Sta di fatto che un’eventuale cura ormonale non va mai fatta a scopo preventivo. Riguardo alla menopausa, quando si parla di prevenzione bisogna agire in primo luogo sui comportamenti alimentari, l’attività fisica e la prevenzione del fumo, per evitare la disabilità ed assicurare il più lungo periodo possibile di autonomia e buona qualità di vita. E magari si possono anche cercare dei metodi alternativi per alleviare i sintomi, come la meditazione.

LEGGI TUTTO SULLA MENOPAUSA

c

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, classe 1977, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing e correzione di bozze. Direttore di Wellme.it per tre anni, scrive per Greenme.it da dieci. È volontaria Nati per Leggere in Campania.