Come combattere la nausea in gravidanza

immagine

Tutte le donne che hanno avuto un figlio sanno quanto siano insopportabili le nausee mattutine presenti nei primi tre mesi di gravidanza.


Svegliarsi la mattina già con la nausea e vivere tutta la giornata con questo fastidioso problema che viene accentuato quando si guardano o si annusano cibi particolari, non è di certo piacevole. Questo fenomeno è causato da sbalzi ormonali e da paure inconsce che sono proprie della gravidanza e che vengono somatizzate attraverso il senso di nausea.


Durante la gravidanza, le donne sono abituate a modificare la propria alimentazione per renderla più adatta all’evento, quindi per nutrire in maniera corretta anche il figlio in arrivo.


Ma esistono anche degli alimenti adatti a prevenire la nausea! Bevendo acqua frizzante con limone spremuto, per esempio, la si può combattere. Successivamente, bisogna gestire bene i pasti: siccome la nausea aumenta con il senso di fame, se la donna incinta mangiasse più spesso e cibi nutrienti, potrebbe ridurre lo stimolo del vomito, così ci sarebbero anche meno succhi gastrici in giro per lo stomaco.


Per quanto riguarda la nausea che arriva non appena ci si alza dal letto, quella va prevenuta mangiando carboidrati quando si sta ancora a letto, quindi via libera a spuntini a base di fette biscottate, crackers, pane tostato. Poi bisogna cercare di evitare di bere caffè e spremute di agrumi perché favoriscono l’acidità dello stomaco.


Insomma, i carboidrati e gli amidi devono essere alla base della dieta delle donne in gravidanza, così si aumenta il livello di zuccheri nel sangue e, riempiendo lo stomaco, danno sollievo alla nausea. Da evitare sono i cibi troppo speziati o grassi e da tenere invece sempre a portata di mano limone e menta. Un altro consiglio che arriva dagli esperti è quella di fare una passeggiatina di almeno 15 minuti per stimolare l’organismo a produrre endorfine utili a combattere la nausea.


E, siccome fa caldo, potrebbe tornarvi utile anche un ghiacciolo. Vi ricordate i Lillipops?

Lazzaro Langellotti