Come fare il kefir d'acqua?

come fare kefir acqua

Per chi ama cimentarsi in esperimenti casalinghi, mettere alla prova la propria fantasia creando sempre nuove combinazioni e, perché no, offrire dei benefici anche al proprio organismo, il consiglio è di provare a realizzare il kefir d'acqua, una bevanda leggermente frizzante, un vero toccasana dopo una passeggiata o una lezione di yoga. Molti si staranno chiedendo cos'è il kefir e perché provare questa particolare bevanda. Vi accontentiamo subito, prima di passare alla sua semplice preparazione.

Esistono innanzitutto due tipologie di kefir, il kefir da latte e il kefir d'acqua. Utilizzano entrambi la fermentazione in un liquido, latte e acqua appunto, con una base costituita dai cosiddetti grani, per creare una bevanda frizzante probiotica. I grani di kefir, che hanno un aspetto simile al riso stracotto, sono costituiti da una combinazione attiva di lieviti, come i Saccharomyces, Candida e Kloeckera, e batteri, tra cui ricordiamo il Lactobacillus, Streptococco, Acetobacter e Leuconostoc. Questa coltura simbiotica di batteri e lieviti viene spesso denominata sotto l'acronimo di SCOBY, termine più comunemente utilizzato per definire un'altra bevanda, Kombucha, un parente del kefir ma a base di teina. La fermentazione dei grani nel liquido scelto, che può anche essere effettuata più volte con un aumento di volume degli stessi, avviene per definizione con l'utilizzo dello zucchero, utilizzato dai nostri due protagonisti per produrre acido lattico, etanolo e anidride carbonica. Per tutto il procedimento bastano due giorni di coltura a temperatura ambiente, e in poco tempo è così disponibile il kefir d'acqua, frizzante, leggermente alcolico e anche dal sapore dolce, oppure il kefir da latte, yogurt frizzante da bere. Anche se entrambi sono fermentati in modo simile, i grani usati per la fermentazione sono leggermente differenti e non posso essere utilizzati in modo intercambiabile.

Perché bere il kefir d'acqua?

Innanzitutto perché è dissetante, delizioso, e ci si può sbizzarrire a trovare la propria combinazione di sapori preferita. Inoltre, il kefir offre una sana dose di probiotici, gli alleati principali per il nostro intestino. L'aggiunta di fermenti nella nostra dieta contribuisce al riequilibrio della flora intestinale ed è un aiuto per problemi di tipo digestivo. Ma non solo. Svolgono un ruolo essenziale nella salute in generale: nel mantenimento della bellezza della nostra pelle, nell'assorbimento corretto delle sostanze nutritive e come rafforzamento del nostro sistema immunitario. Ottima da consumare dopo un allenamento, addolcire una dura giornata di lavoro o sorseggiare in compagnia. A favore di questa bevanda fatta in casa vi è anche il costo, estremamente basso, e inoltre, la crescita dei grani a ogni fermentazione permette di aumentare la produzione ma anche trovare amici interessati a condividerli.

Ma passiamo alla vera e propria creazione

Veramente semplice, della bevanda in casa. Una volta procurati i fermanti kefir e averli puliti sotto l'acqua del rubinetto, utilizzando una bottiglia di vetro, o un barattolo di pomodoro e di succo, aggiungere nel contenitore i grani, l'acqua e lo zucchero macinato finemente, mescolando fino a suo completo scioglimento. A questo punto sigillare il contenitore e lasciar fermentare a temperatura ambiente per due giorni, o un po' di più se l'ambiente è particolarmente freddo. Agitando il contenitore delicatamente è possibile vedere delle bollicine, indice della corretta fermentazione, detta in questo caso primaria. Il prodotto si può già consumare a questo punto, oppure si può eseguire un'ulteriore fermentazione con frutti o sapori aggiuntivi, aumentando così anche il grado di effervescenza. Le possibilità di combinazioni di sapori sono infinite, con frutta fresca, secca o succhi di frutta, ma anche altri aromi naturali, come cannella o baccelli di vaniglia. Consigliamo ad esempio la mela e la vaniglia, le bucce di arancia o i mirtilli. La fantasia e la cucina sono sempre un ottimo mix e il kefir d'acqua permette di divertirsi in questo, oltre ai suoi benefici e la sua piacevolezza.

Fonte: womenshealth