Anguria: l'amica ideale del nostro corpo

anguria

L'elisir di lunga vita? Il frutto estivo più dissetante per eccellenza: l'anguria. Antiossidanti e vitamine C, B1 e B6, infatti, rendono l'anguria un ottimo espediente per la cura della pelle, il pericolo di disidratazione ed i cali di energia dovuti al caldo.

Si deve alla polpa rossa, dunque, la fonte inesauribile di zuccheri e acqua necessari per dissetare quanti vogliono reintegrare le proprie forze. E, per i patiti delle diete, l'anguria può costituire un valido aiuto per i pasti, poiché in grado di saziare oltreché dissetare.

Costituito per il 95 per cento di acqua, questo frutto tipicamente estivo rappresenta inoltre un eccellente diuretico. Dicevamo degli zuccheri. Si, ma in dosi non eccessive, se si considera che questi costituiscono solo il 5 per cento. E minerali come il potassio e il magnesio sono utili per combattere la stanchezza sia fisica, nel caso di esercizi sportivi o lavori faticosi, che quella dovuta al caldo.

E se state cercando di smettere di fumare, il licopene in essa contenuta, un antiossidante, è in grado di proteggere i vostri polmoni. Indicato anche per chi vive nelle città che, per il traffico, non offrono di certo un'aria salutare.

Tuttavia, occorre qualche piccolo accorgimento per dissetarsi dell'anguria. Assumerla dopo i pasti, infatti, rischia di rendere la digestione troppo pesante o causare gonfiori eccessivi. Meglio, dunque, sostituirla con il pasto stesso o assaporarla per spuntino o merenda. Ad ogni modo, meglio evitare di mangiarne la sera, vista la diuresi da essa stimolata che, seppur ottima, potrebbe disturbare il sonno. Infine, evitare di mangiare i semi. Questi possono dare alcuni disturbi intestinali. Quindi, meglio eliminarli molto pazientemente!

Federica Vitale

Leggi anche:

- Citrullina: la sostanza sfrodisiaca dell'anguria che protegge anche il cuore