Coriandolo: un antibiotico naturale contro 12 ceppi di batteri

immagineBatteri e agenti patogeni sempre più resistenti e pericolosi, dal temuto Escherichia Coli alla Salmonella enterica, passando per il meticillina-resistente Staphylococcus aureus: questo lo scenario a cui giocoforza ci siamo dovuti abituare negli ultimi anni, con epidemie sempre più spesso fuori controllo.


Ma un team di scienziati portoghesi ha annunciato di aver scoperto un efficace rimedio, 100% naturale, contro numerosi ceppi batterici responsabili di gravi patologie: il coriandolo, o meglio una soluzione a base di olio di questa oramai nota spazia, che trova numerosi impieghi nella cucina internazionale.


Un team di ricercatori della Università di Beira Interior (Portogallo), effettuando uno studio sulle proprietà delle erbe aromatiche in generale, ha scoperto che l’olio di coriandolo risulta essere molto efficace contro ben 12 tipi di batterici come la Salmonella, il Bacillus cereus, lo Staphylococcus aureus e il “batterio killer” Escherichia Coli. Insomma, il coriandolo, oltre alle sue proprietà culinarie e afrodisiache, sarebbe un vero e proprio antibiotico naturale.


La dottoressa Fernanada Domingues, autrice principale dello studio pubblicato sulla rivista Journal of Medical Microbiology, ha spiegato che “i risultati dello studio indicano che l’olio di coriandolo danneggia la membrana che circonda le cellule batteriche. Questo interrompe la barriera tra la cella e il suo ambiente e inibisce processi essenziali tra cui la respirazione, che alla fine porta alla morte della cellula batterica”.


Prevediamo l’utilizzo del coriandolo in farmaci
– prosegue la Dominguez – sotto forma di lozioni, collutori e persino di pillole, per combattere le infezioni batteriche multi-resistenti che altrimenti non potrebbero essere trattate. Ciò potrebbe migliorare significativamente la qualità della vita delle persone”.

Roberta Ragni