Intestino irritabile? Con il caldo i problemi aumentano

intestino irritabile caldo problemi aumentano

Vorremmo che le nostre vacanze fossero perfette: il desiderio comune è quello di lasciare a casa stress, tensioni legate al lavoro, ma anche problemi di salute e malesseri di stagione che ci hanno accompagnato durante l’inverno.

Attenzione però: c’è un fastidio che si insinua nel bagaglio pronto per la partenza e rischia di diventare l’ospite indesiderato delle vacanze di ben 6 milioni di italiani. Stiamo parlando del disturbo legato al cattivo funzionamento dell’intestino, che purtroppo durante la stagione estiva può acuirsi a causa delle condizioni di stress (ma non doveva essere una parola bandita dal vocabolario estivo?) a cui viene sottoposto il nostro organismo.

Tra lunghi spostamenti in auto con veloci soste per pasti spesso poco salutari, idratazione non sufficiente e preferenza per bibite ghiacciate, erroneamente considerate più dissetanti, l’equilibrio della flora batterica intestinale viene sconvolto. Seguono fastidiosi problemi di irregolarità, meteorismo, dolori addominali che rischiano di far saltare il programma “vacanza perfetta”, come sottolinea anche il professor Attilio Giacosa, direttore scientifico del Dipartimento di Gastroenterologia del Gruppo Sanitario Policlinico di Monza “Il cattivo funzionamento dell'intestino è un disturbo fastidioso che rischia di rovinare e mettere a repentaglio le tanto attese vacanze estive. Purtroppo durante la stagione calda i disturbi intestinali possono emergere o acuirsi a causa del caldo, dei lunghi viaggi e di abitudini alimentari alterate o squilibrate”.

Gli esperti hanno coniato una denominazione precisa per spiegare l’origine dei problemi intestinali che si manifestano durante la stagione estiva, parlando di “effetto vacanza”. Esiste un modo per prevenirlo? Sì, bastano alcuni semplici accorgimenti.

Prima di tutto occorre fare attenzione ad evitare di fermarsi a lungo in un luogo eccessivamente caldo senza idratarsi a sufficienza; chi soffre di disordini intestinali, inoltre, deve potenziare l’attività fisica, ma senza affaticarsi eccessivamente. Attenzione particolare va riservata all’alimentazione: è sufficiente seguire una dieta equilibrata, ricca di frutta e verdura: va invece limitato il consumo di cibi fritti o grassi, salse e creme che con il caldo possono deteriorarsi facilmente, bibite ghiacciate ed alcolici.

Avete scelto mete esotiche per le vostre vacanze? In questo caso vanno seguite con particolare cura le più elementari norme di igiene personale ed allo stesso tempo è necessario evitare di assumere cibi crudi e acqua da bottiglie non sigillate. Per prevenire l'irritazione e anche per favorire il riequilibrio della flora intestinale e combattere i disturbi da intestino irritabile un buon accorgimento è quello di mettere in valigia un integratore di fermenti lattici da assumere con regolarità.

Francesca Di Giorgio