Tè verde: attenzione a rispettare le norme di conservazione!

te verde

Per anni abbiamo sentito parlare dei tantissimi effetti benefici del tè verde, tanto da convincerci che ormai è stata scoperta la ricetta contro tutti i mali.

Ma è veramente così? Possiamo sempre bere tè verde sempre e comunque o dobbiamo rispettare delle regole?

A quanto pare sembra che se non vengono rispettate alcune condizioni relative alla temperatura e all'umidità del tè si vanificano tutti i benefici legati a questa bevanda.

Questo è quanto hanno fatto sapere gli scienziati dell’Università di Purdue nell'Indiana (Usa) e la dottoressa Lisa Mauer, professoressa in Scienza dell’alimentazione, ha spiegato che gli effetti benefici del tè verde dipendono dalle catechine che si degradano facilmente se non conservate bene ed esposte ad alte temperature e ad alta umidità.

In alcune ricerche fatte precedentemente si era capito che le polveri potevano considerarsi stabili al di sotto della cosiddetta temperatura di transizione vetrosa (cioè la temperatura in cui un materiale amorfo cambia stato comportandosi da solido vetroso).

Ma la ricerca realizzata dalla Mauer ha messo in luce il fatto che il contenuto delle bustine di tè, che normalmente usiamo, spesso sia già deteriorato a causa delle cattive condizioni di conservazione, perché l’effettivo deterioramento avviene a temperature ancora più basse rispetto a quelle previste dalle ricerche precedenti.

Lo studio è stato pubblicato sulla versione online del Journal of Agricultural and Food Chemistry e la Mauer ha sottolineato che: Le polveri di tè non sono infinitamente stabili sotto la temperatura di transizione vetrosa. Degradano più lentamente al di sotto di tale temperatura, ma possono ancora peggiorare. Conoscere cosa sta succedendo agli ingredienti è estremamente importante per capire la qualità di un prodotto alimentare o bevanda”.

Quindi la situazione è abbastanza sconfortante perché pur mettendo tutta la nostra attenzione nell'applicare le perfette norme di conservazione, non possiamo sapere come il tè sia stato conservato prima e quindi ciò inficerebbe quasi completamente l’efficacia benefica del tè.

Lazzaro Langellotti