L'estratto di mela Annurca contro il cancro al colon

immagine

Una mela al giorno toglie il medico di torno… è proprio il caso di dirlo.

Secondo uno studio del Policlinico S. Orsola-Malpighi di Bologna – effettuato con la collaborazione del Centro di Ricerca Biomedica Applicata, del Baylor University Medical Center e della University of Texas MD Anderson – l’estratto di mela concentrato aiuta a prevenire la formazione dei polipi nell’intestino e di conseguenza il cancro al colon, di cui i polipi sono spesso avanguardie.

La ricerca, pubblicata sulla rivista Cancer Prevention Research e coordinata dal professor Luigi Ricciardiello del reparto di Gastroenterologia del S. Orsola- Malpighi, ha preso in esame 2 gruppi di topi: il primo è stato sottoposto ad una dieta bilanciata, il secondo invece ha seguito un regime alimentare, tipicamente occidentale, a base di molti lipidi e poche fibre, calcio e vitamina D.

In una seconda fase di studio i topi sono stati nuovamente divisi: al primo gruppo è stata fatta bere dell’acqua, al secondo è stato dato l’estratto di mela Annurca sciolto in acqua.

Il risultato? Per le cavie che hanno bevuto il concentrato di mela si è registrata una riduzione del numero e delle dimensioni dei polipi intestinali. Situazione opposta per i topi che avevano mangiato all'occidentale e bevuto acqua: nel loro organismo i polipi erano orami in coppia col tumore al colon.

La spiegazione di tale esito sta proprio nell’estratto stesso, in quanto esso fornisce al corpo numerosi antiossidanti in grado di prevenire l’ipometilazione del DNA, causa della genesi del tumore. Si è scoperto, inoltre, che il concentrato forniva una quantità di sostanze pari a quella contenuta in 5 mele solide.

Fabrizio Giona