Dimagrire sostituendo la carne con i funghi

funghi

I funghi possono favorire la perdita di peso. Lo dice uno studio condotto dai ricercatori della Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health, presentato all'Experimental Biology 2013 e pubblicato su The FASEB Journal, secondo il quale, sostituendo la carne rossa, possono aiutare a perdere i chili di troppo e mantenersi in forma.

La ricerca. I partecipanti, 73 adulti obesi (88% donne, età media 48,4 anni), hanno mangiato per un anno una tazza di funghi al giorno al posto della carne, mentre un gruppo di controllo seguiva una dieta standard. Al termine dell'esperimento, durato un anno, i ricercatori hanno scoperto che i partecipanti che avevano sostituito i funghi con la carne avevano perso 3,18 chili, con una media del 3,6% del peso iniziale. E avevano anche mostrato miglioramenti nel proprio BMI (o IMC = Indice di massa corporea), rispetto ai partecipanti che avevano seguito la dieta standard, riducendo i valori di 1,5kg/m2 e la circonferenza del girovita di 6 cm circa.

I nuovi risultati si basano su ricerche precedenti, che hanno mostrato come aumentare l'assunzione di alimenti a bassa densità energetica, in particolare funghi, al posto di alimenti ad alta densità energetica, come la carne macinata magra, può essere un metodo efficace per ridurre l'apporto calorico giornaliero e l'assunzione dei grassi, sentendosi più pieni e sazi dopo il pasto.

Non è un caso, quindi, se per migliaia di anni i funghi sono stati uno degli alimenti principali dell'alimentazione dell'uomo, perché fonte di potenti sostanze nutritive. Spesso raggruppati con le verdure, i funghi forniscono molti dei componenti nutrizionali attributi più comunemente a carne, fagioli o cereali ma hanno anche un basso contenuto di calorie, sono senza grassi, senza colesterolo e hanno un livello bassissimo contenuto di sodio. Per contro, forniscono selenio, potassio, riboflavina, niacina o vitamina D.

Roberta Ragni

Leggi anche:

- Di stagione: tutto sui funghi

- Funghi: i nuovi alleati nella lotta al cancro?