Dieta: a pranzo come un principe, a cena come un mendicante

cena light metabolismo

Alzati e fai colazione come un re, pranza come un principe e cena come un mendicante. La nota massima, dettata dal semplice buon senso, sembra aver trovato una conferma scientifica. Considerare la colazione come il pasto più ricco della giornata, scegliere un pranzo non esageratamente sostanzioso e moderarsi ancor di più a cena sarebbe il segreto per mantenere il proprio peso forma.

L'attenzione degli esperti si è rivolta in maniera particolare alla cena, che dovrebbe rappresentare un pasto molto leggero. Gli snack serali dovrebbero essere vietati per non rischiare di accumulare peso in eccesso. I ricercatori hanno dimostrato come la capacità del corpo di utilizzare gli zuccheri contenuti negli alimenti sia fluttuante lungo la giornata, in accordo con i meccanismi dell'organismo.

Se l'orologio biologico del corpo non funziona alla perfezione, è più semplice acquistare peso. Gli esperti sono convinti che assecondando i ritmi del corpo attraverso la scelta di pasti da consumare all'orario e nella quantità corretta, mantenere il peso forma non sarà più un problema.

Il pranzo dovrebbe essere dunque più ricco della cena, che dovrebbe invece rappresentare un pasto decisamente light. Il professor Carl Johnson, della Vanderbilt University di Nashville, ha misurato in maniera accurata i livelli di insulina, l'ormone che gioca un ruolo molto importante nella trasformazione degli zuccheri contenuti nei cibi in energia.

L'orologio biologico controlla il nostro metabolismo ed il modo in cui il corpo si occupa di metabolizzare gli alimenti è differente durante il giorno e nel corso della notte. Durante il giorno, quando il corpo è attivo, è meno probabile che l'organismo trasformi in grassi gli alimenti metabolizzati, mentre una simile conversione avverrebbe più facilmente in tarda serata e durante la notte. A parere di Johnson, le diete mediterranee, che prevedono una maggiore importanza del pranzo rispetto alla cena, sarebbero le più salutari dal punto di vista del rispetto dei tempi di metabolismo propri del nostro organismo.

Marta Albè

Leggi anche:

- Come innalzare il metabolismo. Tutte le risposte ai dubbi più comuni
- Guida alle spezie brucia grassi