L'uovo alleato della dieta, ma attenzione a non abbondare

immagine

Osannato da alcuni per la grande concentrazione di sostanze nutritive e bistrattato da altri per l'alto contenuto di colesterolo, l'uovo è forse l'alimento che ha fatto più discutere nutrizionisti ed esperti dell'alimentazione, gettando nella confusione i consumatori.

Ma alla fine, fa bene o male mangiare le uova?

L'uovo è sicuramente un ottimo rifornitore di nutrienti: in appena 70 calorie si assumono proteine, minerali come il ferro e lo zinco e vitamine, soprattutto del gruppo B e la D. Si deve poi aggiungere la sua capacità di saziare, così come dimostrata da uno studio pubblicato sull'International Journal of Food Sciences and Nutrition.

Analizzando 30 soggetti adulti sani che consumavano un pranzo a base di un'omelette di due uova, i ricercatori hanno provato come il senso di sazietà era maggiore rispetto ad un pasto ricco di carboidrati. Conclusione: l'uovo farebbe bene ed è un ottimo alleato della dieta.

Dall'altra parte però subentra il problema del colesterolo: l'uovo infatti risulta tra gli alimenti che ne contengono di più, circa 185 mg. Gli studi scientifici ne danno prova: due ricerche pubblicate sul Canadian Journal of Cardiology, pur non mostrando effetti negativi del consumo di uova fino ad uno al giorno, hanno rivelato come fra i soggetti diventati diabetici durante la sperimentazione, l'uso quotidiano di un uovo aumentava il rischio cardiovascolare. Conclusione: l'uovo fa male alla salute.

Ma allora come comportarsi? Va bene mangiare le uova ma stando attenti a non esagerare!

L'American Heart Association consiglia alle persone sane di mantenere il consumo di colesterolo al di sotto dei 300 mg al giorno; a chi ha alti livelli di colesterolo cosiddetto cattivo (LDL), o è affetto da diabete o da patologie cardiovascolari, invece, la raccomandazione è di mantenere il consumo fino a 200 mg al giorno.

Dunque mangiare due uova al tegamino è un po' troppo, soprattutto se per prepararle si usa il burro, che da solo apporta quantità importanti di acidi grassi saturi. Il consiglio degli esperti è di utilizzare l'olio extravergine d'oliva e di limitarsi ad un solo uovo per non più di quattro volte alla settimana!

Fabrizio Giona