Come diventare vegetariani

come diventare vegetariani

Lo stile di vita vegetariano richiede costanza e impegno e quindi non può essere una scelta presa con superficialità, magari per seguire una moda diffusa tra gli amici o per fare una sorta di dieta dimagrante.

Il vegetarismo richiede una forte motivazione spesso legata a motivi ideologici che portano alla decisione di escludere dalla propria alimentazione i cibi animali.

Ma meno si è convinti della filosofia vegetariana e più è difficile seguire le sue regole. Come in tutte le cose, affrontare la nuova situazione a piccoli passi, in maniera graduale può risultare molto utile per non avere traumi da mancanza di carne e per capire se effettivamente siete tagliati per la vita da vegetariano.

Il primo consiglio è quello di iniziare a mangiare più spesso delle pietanze a base di verdure. In realtà ci si renderà conto che già molti piatti sono vegetariani: una gustosa parmigiana di melanzane, le lasagne alle verdure oppure uno spaghetto con il pomodoro fresco e basilico sono piatti assolutamente permessi.

Dopo questo primo step, se siete ancora decisi a proseguire, bisogna iniziare a utilizzare la versione vegetariana di alcune pietanze che di solito si usano nella versione “carnivora”. Sono sempre più numerosi i negozietti specializzati in prodotti vegetariani a base soprattutto di soia e dei suoi derivati. La tipologia di alimenti tra cui scegliere è molto estesa; ci sono le bistecche, le uova, la pancetta… ecco ci somigliano ma il gusto è molto lontano dal “cibo vero”. Se capiteranno giorni in cui vi mancherà per esempio una gustosa pasta alla carbonara, potete prepararla ugualmente nella versione vegetariana, non ci sarà l’uovo ma il tofu bianco, mancherà la pancetta sostituita dal seitan, però se vi saprete accontentare si avrà la sensazione di mangiare un’autentica carbonara. Ma sono tantissime le ricette che si possono preparare e sicuramente ci saranno tante cose adatte anche al vostro palato.

Nella dieta occorre però privilegiare alcuni cibi, per esempio i cereali integrali, i legumi, i derivati della soia come il seitan, tempeh e tofu che sono ricchi di proteine e calcio. Poi bisogna stare attenti al rischio di carenze nutrizionali dovute all'eliminazione di alcuni cibi; il rimedio potrebbe essere quello di condire le verdure con il limone e mangiare agrumi ad ogni pasto e ciò aiuterà ad assorbire il ferro, mentre per assimilare più calcio bisognerà bere almeno due litri di acqua al giorno.

Insomma, non morirete certo di fame. Se poi siete bravi a cucinare saprete senz’altro rendere gustose delle pietanze che in realtà non lo sono. Piccoli compromessi con il palato a favore del vegetarian style.

Lazzaro Langellotti