Sarah Jessica Parker: esce il film "Ma come fa a far tutto?"

Fonte Foto: CineBlog.it

Persino i protagonisti del mondo dorato di Hollywood si stanno facendo portavoce delle problematiche legate alla recessione mondiale. È il caso ad esempio dell'attrice Sarah Jessica Parker, resa famosa dal ruolo di Carrie nella serie televisiva americana "Sex and the City".

Nelle puntate del famoso telefilm la vedevamo nei panni di una donna ricchissima, sempre pronta a strisciare la carta di credito per arricchire il proprio armadio con nuovi acquisti firmati o per pagare il conto di ristoranti di lusso. Le protagoniste della serie vivevano tutte una vita spensierata, fatta di party, cocktail, appuntamenti ed eventi alla moda, a cui essere assolutamente presenti sembrava l'unico scopo della vita.

Ora i tempi però sono cambiati ed il cinema e la tv si stanno di conseguenza adattando. Ecco che allora vedremo Sarah Jessica Parker in una veste nuova nel suo prossimo film, che in Italia avrà il titolo di "Ma come fa a far tutto?". Al centro della pellicola ci saranno di nuovo le donne, ma saranno molto diverse dalle newyorkesi scatenate di "Sex and the City".

Vedremo la Parker nei panni di una donna autentica, alle prese con i problemi legati alla crisi. Una donna di famiglia, madre e lavoratrice, intenta a far quadrare i conti, che si ritroverà a pensare alla propria carriera ma anche a dover gestire il menage famigliare, occupandosi della salute e dell'istruzione dei propri figli. Come facciamo tutte, del resto. Non è una novità per nessuno che la necessità di dover pagare le bollette preceda il desiderio di rinnovare il proprio guardaroba.

Pare proprio che l'attrice si sia messa nei nostri panni nel corso delle riprese del suo nuovo film. In tal proposito ha dichiarato: "Oggi le donne non sono superwomen, eroine di fantasia, ma persone alle prese con la recessione, con il lavoro di cui non si può fare a meno perché i budget famigliari richiedono un doppio stipendio".

E ciò non le rende forse, realisticamente, ancora più eroiche?

Marta Albè