A Venezia il docu-film "Questa storia qua" dedicato a Vasco

Vasco Rossi

Vasco Rossi non potrà sentire di persona il calore degli applausi dei suoi concittadini, che nella giornata di oggi hanno raggiunto in autobus la Laguna per assistere alla presentazione di "Questa storia qua", il film documentario dedicato alla vita spericolata della rockstar.

 

Il docufilm, della durata di 75 minuti, è stato realizzato per volere di Sibylle Righetti, figlia di un amico storico del cantante, in collaborazione con Alessandro Paris. La Righetti, originaria di Zocca proprio come Vasco, ha scelto come filo conduttore della pellicola gli spazi della provincia modenese, insieme ai più celebri brani del cantante.

 

La musica costituisce un vero e proprio leitmotiv ai filmati amatoriali degli amici d'infanzia e ai racconti dei compaesani, che mostrano un Vasco inedito. Il racconto della sua vita parte dall'infanzia, dai primi concorsi musicali che iniziano a far parlare di lui alla decisione di fondare una radio libera, toccando anche il tema della dipendenza da cocaina, come parte di un discorso generazionale.

 

I brani sono stati scelti dagli ideatori in modo che, con le loro stesse parole, potessero raccontare l'esistenza del loro autore, a partire dalla musica che ha creato nel corso degli anni e dalle sue radici, i luoghi delle sue origini.

 

Vasco non potrà essere presente all'evento dedicato alla sua vita a causa del recente ricovero. La star si trova ancora presso la clinica di Villalba, dove si sta sottoponendo alle terapie necessarie al completo recupero fisico a seguito della rottura di una costola.

 

Il cantante ha comunque promesso di fare sentire la propria presenza al Festival tramite l'invio di un messaggio ufficiale nel corso dell'evento.

 

Non mancano comunque le buone notizie. La tensione dell'attesa sta infatti per sciogliersi: "Questa storia qua" sarà proiettato in tutta Italia a partire da mercoledì 7 settembre. Presto tutti i fan saranno dunque accontentati.

Marta Albè