Sesso bestiale, quando anche gli animali lo fanno strano

Se anche voi vi siete lasciati andare con gli amici, almeno una volta nella vita, a racconti goliardici di notti di sesso sfrenato, vere o presunte, beh… date un’occhiata a quello che succede nel mondo animale: e anche i vostri racconti più spinti assumeranno i toni delle favole per bambini.

Ci sono animali come i rospi, che si accoppiano per più di dieci ore consecutive e altri che invece aspettano pazientemente la prima volta anche per quattro anni.

- L’amore romantico

Alcuni roditori, in uno slancio d’amore, sono in grado di fare sesso fino allo stremo delle forze: sino al punto di morire.

Altri invece, come i maschi di Iena Ridens, coprono enormi distanze inseguendo l’amata per chilometri pur di conquistarla.

E che dire dell’albatros (Diomedea), che è capace di attendere anche quattro anni per avere un rapporto completo e che spesso dopo una lunga attesa si vede anche rifiutare dalla femmina?

Alcuni ciclidi africani si baciano così appassionatamente bocca a bocca che se il bacio non è soddisfacente, in termini di durata, la coppia non si forma.

- Il triangolo si

Nel mondo delle farfalle molte femmine si nutrono dello sperma maschile e svolazzano di maschio in maschio inneggiando alla poligamia.

Alcuni uccelli, come le passere scopaiole (Prunella modularis), hanno una straordinaria capacità di gorgheggiare per attrarre i maschi nelle vicinanze e devono il loro nome all’abitudine che hanno di ravvivare l’amore di coppia con qualche scappatella extraconiugale.

- Il sesso come strategia

Le femmine di gorilla sono capaci di utilizzare il sesso come tattica per tenersi stretto il proprio partner. È quanto emerge da una ricerca della Stony Brook University di New York.
Questo comportamento spiegherebbe il motivo per cui la specie umana si sia evoluta tendenzialmente verso la monogamia: evitare la competizione tra le donne che si servono del sesso per conquistare il compagno.

Un gruppo di gorilla formato da sei individui, cinque femmine e un maschio, sono stati studiati in cattività per circa tre anni. Ne è emerso un dato stupefacente: anche le femmine incinte imitavano il comportamento di quelle in ovulazione in modo da “distrarre” il maschio e impedire così che fecondasse anche loro.

- Orge mon amour

Le scimmie bonobo (Pan paniscus) sono macchine da sesso: lo fanno in media ogni ora e mezza e in tutte le posizioni tanto da far impallidire il più curato e completo dei Kamasutra.
È per loro la cosa più naturale del mondo: lo fanno per salutarsi, per risolvere ogni tipo di conflitto all’interno del gruppo e per festeggiare il ritrovamento del cibo.
Conoscono la masturbazione, praticano il sesso orale e non ultimo le orge.

E che dire del serpente giarrettiera (Thamnophis sirtalis) che si lascia andare a orge immense. Nel periodo che precede la brumazione, si raduna in gruppi che posso arrivare anche a 3000 esemplari e in attesa dell’inverno, con l’abbassamento delle temperature, si riscalda in un modo certamente alternativo. Non appena una femmina fa la sua comparsa nel gruppo c’è già un nutrito stuolo di maschietti pronti ad aggrovigliarvisi intorno, in una palla vivente, nella speranza di fecondarla. Il fatto particolare è che per godere di questo servizio di riscaldamento alcuni maschi sono in grado di sprigionare feromoni femminili.

- Prestazioni e dimensioni da Guinness

Ci sono animali come l’orso che non amano certo i preliminari andando subito al sodo: ma lo fanno alla grande, riuscendo ad accoppiarsi anche per quindici volte nella stessa giornata.

Per quanto concerne invece le questioni di “misure”, tanto care a noi maschietti, passiamo dai due metri e mezzo del pene del balenottero azzurro, che è chiaramente il più lungo esistente al mondo ai tre centimetri in erezione di quello del gorilla.

Le lumache banana (Ariolimax californicus) sono lunghe una ventina di centimetri ma il pene in erezione può raggiungere gli 80.

La forbicina (Forficula auricularia), è un insetto appartenente all'ordine dei Dermatteri, e deve il suo nome comune al vistoso sviluppo dei cerci addominali, che evocano nella forma una pinza o una forbice. I cerci del maschio sono più sviluppati e leggermente curvi e sono utilizzati nell'accoppiamento o come arma di difesa. Insomma a buon bisogno ne ha due.

Nuovamente la natura ci ricorda che abbiamo molto da imparare, anche in fatto di sesso. Gli animali si dimostrano più aperti di noi, vivendo serenamente l’omosessualità degli individui e rifiutando pratiche come l’incesto o lo stupro, molto raro in natura. Soltanto alcune specie hanno comportamenti brutali verso le “femmine”: alcune scimmie e naturalmente il “bestiale” uomo.

Lorenzo De Ritis

Cerca

In evidenza

Comfort food salutari che non ti aspetti

Comfort food salutari che non ti aspetti

Ci sono momenti nella vita in cui qualche pensiero in più ci distrae dal tranq...

I 5 consigli per combattere efficacement…

I 5 consigli per combattere efficacemente l'allergia agli acari in casa

Chi è allergico agli acari o ha qualche membro della famiglia sensibile a ques...

Dolore alla spalla: le cause più frequen…

Dolore alla spalla: le cause più frequenti

La spalla è un'articolazione molto particolare, in quanto è formata da 5 sotto...

Seguici su Facebook

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Salute - Notizie

© Copyright 2009-2016 - wellMe.it è supplemento di GreenMe.it è Testata Giornalistica reg. Trib. Roma, n° 77/2009 del 26/02/2009 - p.iva 09152791001