Acne giovanile: più a rischio i ragazzi in sovrappeso, i rimedi

acne obesita

Secondo una ricerca condotta in Norvegia, l'acne grave sarebbe più probabile nei ragazzi in sovrappeso negli ultimi anni dell'adolescenza.

L'indagine è stata condotta su 3600 ragazzi tra i 18 e i 19 anni dei quali sono stati studiati la condizione dei brufoli, il peso, l'alimentazione e altri fattori legati alla salute e allo stile di vita ed è emerso che sono soprattutto le ragazze che non seguono un'alimentazione corretta e sono obese ad avere problemi di foruncoli.

L'acne è una malattia della pelle caratterizzata da un'infiammazione del follicolo pilifero e della ghiandola sebacea annessa, che si manifesta con papule e pustole derivanti dalla lesione originaria, ed è proprio agendo sull'infiammazione che si ottengono i risultati migliori.

Ecco qualche rimedio tutto al naturale:

1. Limone e bicarbonato

Unite un cucchiaino di succo di limone e un cucchiaino di bicarbonato in mezzo bicchiere d'acqua tiepida e tamponate il viso nei punti più infiammati. Lasciate agire per qualche minuto, poi lavate e asciugate. Grazie al potere astringente del limone e quello disinfettante del bicarbonato questo mix è un valido alleato contro i punti neri e per pulire i pori ostruiti da pus.

2. Cipolla

Tagliate la cipolla fresca a strisce e applicatela direttamente sul viso, oppure utilizzatene il succo e tamponate con un po' di ovatta. Grazie alle sue proprietà antimicrobiche può aiutare a combattere i batteri che causano l'acne. Sono state dimostrate le sue proprietà benefiche contro le cicatrici da acne e la sua azione antibiotica su vari batteri, causa di infezioni della pelle.

3. Avocado

Frullate una porzione di avocado e tamponate sui brufoli. Grazie alle proprietà nutritive ed emollienti dell'avocado, la crema ottenuta, agirà contro infiammazioni e rossori e renderà la vostra pelle vellutata. L'avocado, infatti, è particolarmente indicato per pelli disidratate e per il trattamento delle pelli rilassate, atone e spente.

4. Olio di calendula

Estratto dai fiori di calendula, ha un'intensa azione emolliente e lenitiva, utile sulle pelli screpolate, arrossate e molto sensibili. Antinfiammatorio, decongestionante, cicatrizzante, coadiuvante antiacneico e idratante, è un valido rimedio particolarmente efficace nel trattamento delle macchie o dei rossori lasciati dai brufoli più infiammati. Se usato costantemente, migliora visibilmente lo stato fisiologico della pelle.

5. Olio di citronella

Aggiungete poche gocce di olio di citronella diluito in acqua e applicatelo sul viso con un batuffolo di cotone. Attenzione, però, a non utilizzarlo puro perché potrebbe essere troppo aggressivo e causare reazioni allergiche. L'olio estratto dalla citronella é un ottimo astringente ed è anche un ottimo disinfettante.

6. Olio di lavanda

Aggiungetene un po' alla vostra crema idratante oppure, pulite il viso con dell'olio di lavanda diluito in acqua tiepida e tamponate con del cotone. L'olio di lavanda ha proprietà antisettiche e contribuisce a eliminare i batteri dai pori della pelle. Inoltre, grazie al suo profumo inebriante, aiuta a rilassarci alleviando lo stress.

7. Olio di melaleuca

Frizionate il viso con un batuffolo di cotone imbevuto di qualche goccia di olio di melaleuca e qualche goccia di olio di mandorle o di jojoba. Grazie alle proprietà antinfiammatorie e antimicrobiche dell'olio essenziale di melaleuca, si riduce l'irritazione della cute ed si può prevenire l'infezione del brufolo.