I trattamenti laser dopo l'estate sono da evitare?

Laser contro le rughe - Fonte L'Espresso

Il periodo estivo è da sempre off limits per tutti coloro che vogliono ricorrere a trattamenti estetici tramite laser: la possibile esposizione al sole, infatti, non giova alle zone trattate.

Ma anche quando l'estate è finita, bisogna attendere che l'abbronzatura sparisca per poter ricorrere alle cure di un esperto di estetica per risolvere i problemini che tanto affliggono.

 

Non tutti i trattamenti soffrono di problemi all'esposizione al sole:  le iniezioni di acido ialuronico (sia nella modalità del filler che come revitalizzante), per esempio, possono essere fatte senza limitazioni di periodo perché l'esposizione al sole non crea problemi all'effetto del trattamento.

Ma se invece consideriamo la depilazione eseguita con laser o con luce pulsata, questa necessita che la pelle non sia abbronzata perché provoca la perdita di pigmento. Mentre se si necessita di depilare anche con la pelle abbronzata, allora bisogna usare il laser 1064 neodimio yag che non de pigmenta la cute, ma questo trattamento è usato solo per zone circoscritte e non estese.

Altri due trattamenti che è preferibile fare quando la pelle ha perso l'abbronzatura sono quelli che eliminano le couperose fatto con il laser 532 KTP e quello che serve a eliminare le lentigo dal viso.

Anche il melasma dovrà essere curato con laser e prodotti topici dopo l'estate con lo sbiadire dell'abbronzatura. Il diffusissimo problema dei capillari degli arti inferiori può essere effettuato con la pelle abbronzata in quanto eseguito con il laser 1064 neodimio yag, però è preferibile aspettare la fine dell'estate e lo sbiadimento dell'abbronzatura per individuare meglio i capillari. Lo stesso discorso vale per i trattamenti antirughe con laser frazionanti che possono essere eseguiti sempre, ma è preferibile attendere la fine della stagione calda e assolata.

Il periodo ideale quindi per questo tipo di trattamenti è novembre-dicembre e non la primavera, in modo da evitare che la pelle possa essere esposta ai raggi solari. Ovviamente qualsiasi tipo di trattamento e la sua tempistica devono essere decisi con il proprio dermatologo di fiducia, evitando come sempre tecniche di fai da te.

Lazzaro Langellotti