Occhi irritati? Controllate la scadenza dei vostri cosmetici

immagine

Sarebbero proprio i trucchi di vecchia data a provocare fastidiose infezioni batteriche agli occhi, che si possono manifestare anche sottoforma di funghi.

Utilizzare quelle vecchie trousse che sono in fondo all’armadietto del bagno non è proprio una bella idea e, anche se ci siamo affezionate, sarebbe meglio buttarle!

L’FDA (l'Agenzia federale USA per farmaci ed alimenti) raccomanda molta cautela nell’utilizzo di cosmetici vecchi, in particolare quelli che vengono applicati vicino agli occhi. Un mascara vecchio potrebbe causare la blefarite, un’infiammazione della palpebra che causa prurito e vari tipi di congiuntivite.

Anche se non viene scritto né sulla confezione né sulla trousse, dopo 18 mesi i trucchi scadrebbero e non si dovrebbero più utilizzare. Per creme per il viso, il latte detergente, i tonici, bisogna fare affidamento al simboletto che si trova sulla confezione.

In genere, tuttavia, secondo gli esperti il livello dei batteri che si accumulano all’interno della crema in un solo trimestre è più che sufficiente a provocare infezioni. E allora come possiamo difenderci?

Segnate sulla confezione con una penna la data in cui avete aperto la crema, o la trousse (sul mascara segnatela su un pezzetto di nastro adesivo), e dopo tre, o diciotto, mesi, buttateli! Meglio spendere qualche soldo in più per ricomprare i trucchi piuttosto che combattere estenuanti battaglie con batteri e funghi!

Silvia Bellucci