Social shopping: oggi la bellezza si compra online

immagineOrmai lo sanno tutti: la bellezza oggi si compra soprattutto in Rete. In principio fu Groupon, poi sono arrivati Groupalia, LetsBonus, Poinx, Citydiscount, e tanti altri siti di “social shopping” che offrono prodotti e servizi con sconti che arrivano fino al 90%. Il meccanismo è semplicissimo: si va in rete, si cerca l'offerta più conveniente e si acquista un coupon col quale poi si pagherà il servizio o l’oggetto scelto.

Con questo sistema si può trovare di tutto: dai massaggi, ai pacchetti di cure in beauty farm e spa. Il settore benessere dei portali di social shopping, infatti, sta facendo registrare, in media, una crescita progressiva di fatturato tra il 10 e il 15% rispetto al mese precedente. Oggi il comparto estetico si avvia ad essere circa un terzo della torta dei servizi venduti online attraverso i coupon. Sono centinaia di migliaia i coupon venduti in Italia: ad essere preferiti sono quelli per la cura dei capelli e i massaggi, a seguire pacchetti Spa, manicure, lipocavitazioni, trattamenti dimagranti, depilazioni, abbonamenti fitness, pulizia dei denti e mappatura dei nei.

Il settore beauty e wellness, per la ricchezza e la diversità delle proposte messe a disposizione degli utenti, rappresenta il campo più vasto e trainante della nostra piattaforma” spiega Mauro Maltagliati, direttore commerciale di LetsBonus Italia, società spagnola che in 14 mesi di attività ha conquistato 2 milioni di utenti italiani e un giro d'affari, solo nell'ultimo mese di luglio, di 2 milioni di euro, “a cui abbiamo di recente affiancato le offerte per l'acquisto di cosmetici di alta gamma da ritirare direttamente in farmacia o in profumeria”.

Il benessere si conferma un settore di mercato molto rilevante anche per Groupon, il colosso americano con più di 100 milioni di utenti nel mondo, un fatturato globale di 878 milioni di dollari e quotazione in borsa prevista entro fine anno. In Italia è attivo da 17 mesi e coinvolge gli operatori commerciali di 31 città. "In prospettiva puntiamo a diversificare, allargando l'offerta dei coupon a più comparti merceologici, ma bellezza e benessere rimangono tra i bisogni fondamentali dei nostri utenti" afferma Boris Hageney, cofondatore e CEO di Groupon per Italia, Spagna e Portogallo.

Redazione wellMe