Via le rughe con il lifting endoscopico del sopracciglio

immagine

L’età avanza e le rughe diventano sempre più evidenti? Niente paura. Dagli Stati Uniti arriva la soluzione che fa al caso vostro: il lifting endoscopico del sopracciglio.

Ancora poco conosciuto e praticato in Italia, si tratta di un piccolo intervento di chirurgia estetica che appiana le rughe lasciando la mimica facciale praticamente immutata. Il tutto con tecnica endoscopica: quindi è mininvasivo, avviene senza incisioni visibili, ha tempi di recupero ridotti (si può tornare tranquillamente al lavoro già dopo una settimana), ma soprattutto dà risultati naturali e duraturi nel tempo.

Nello specifico, il lifting endoscopico permette il riposizionamento della fronte, del sopracciglio e dello zigomo dall’interno, grazie a 5 piccole incisioni di pochi centimetri che vengono nascoste dietro l’attaccatura dei capelli.

Esso consente così di agire dall’alto, sollevando i tessuti rilassati del viso in maniera del tutto naturale, e riempiendo i tessuti che hanno perso volume.

L’intervento viene eseguito in anestesia locale e, agendo su alcuni muscoli corrugatori della fronte, aiuta a ridurre anche le rughe della fronte in maniera definitiva, senza alterare la mimica del volto. Secondo i dati rilasciati dall’American Society of Plastic Surgeons, solo nel 2010 negli Stati Uniti sono stati eseguiti circa 43 mila lifting del sopracciglio, tutti con esiti più che soddisfacenti. In Italia, purtroppo, si è ancora alle prime armi e solo pochi sono in grado di eseguire questo tipo di intervento con successo.

Il lifting del sopracciglio può essere abbinato a una blefaroplastica superiore e inferiore, a un lipofilling del viso e a un lifting dello zigomo. I suoi costi si aggirano intorno ai 3 mila euro.

Ma è bene ricordare di non esagerare: una donna troppo ritoccata può ottenere l’effetto contrario e divenire meno piacente! Un volto naturale, anche con le sue piccole imperfezioni, ha pur sempre un certo perché!

Fabrizio Giona