Liposuzione inefficace: il grasso ritorna dopo un anno

immagine

Diffusa e popolare pratica estetica che consiste nell’aspirazione del grasso in eccesso, la liposuzione, che ha superato i trent’anni di utilizzo, sembra non rappresentare una soluzione duratura alle problematiche rappresentate dall’adipe in eccesso.

Uno studio pubblicato sulla rivista Obesity condotto da Teri L. Hernandez e Robert H. Eckel dell'Università del Colorado, Stati Uniti, si è occupato di misurare per la prima volta gli effetti a lungo termine di questa pratica.

Ebbene, i risultati sembrano gettare un'ombra sulla sua efficacia. Pare, infatti, che il corpo non si rassegni alla perdita di cellule adipose e che le riacquisti a distanza di un anno, non necessariamente nella stessa zona da cui è stato rimosso, bensì nella parte superiore del corpo, in particolare nelle braccia, nelle spalle e nella parte alta dell'addome.

La ricerca americana è stato condotto su 32 donne, di cui 14 sottoposte a liposuzione. Ad un mese e mezzo dall'intervento di rimozione del grasso in eccesso le pazienti trattate avevano perso in media il 2,1% del proprio grasso, contro lo 0,28% delle altre donne. Ma tale differenza è risultata praticamente nulla dopo un anno: a distanza di 12 mesi dall'intervento, infatti, il grasso corporeo complessivo delle donne operate era tornato ad essere uguale a quello pre-intervento.

Sebbene l’aspetto fisico oggi sia terribilmente importante, forse prima di buttare via tempo e, soprattutto, denaro, sarebbe bene riflettere bene e meglio!

Roberta Ragni