Liposuzione all'avanguardia con Bodytite

immagine

Cuscinetti, maniglie, brandelli di pelle che vegetano sul corpo: inutile dirlo, sono gli incubi quotidiani di chi, una volta al giorno, al mese o all’anno, trova il coraggio di guardarsi allo specchio in figura intera.

Se questi incubi sono già diventati realtà non disperatevi, c’è un’ampia gamma di soluzioni per voi, che spaziano dal rinnovo dell’iscrizione in palestra alla revisione della dispensa, fino ai massaggi e, per i casi più gravi, all’intervento del medico.

Se avete provato già tutto questo, ma non siete soddisfatti del risultato, e inoltre non avete voglia di organizzare un viaggio a Lourdes, pur sapendo che è la vostra ultima spiaggia, ecco ciò che vi salverà: la tecnologia, signore e signori. Passi da gigante vengono compiuti quotidianamente in ogni campo, e se pensavate che gli scienziati non avessero tempo per i vostri cuscinetti, vi sbagliavate!

L’ultima nata in fatto di lifting, per esempio, è la tecnologia di liposuzione radiofrequenza-assistita, RFAL (Radio Frequency Assisted Liposuction), brevettata in Israele e già in uso anche in Italia grazie ai macchinario Bodytite, di Advance Medical Aesthetic Solutions, che supera le tecniche classiche di liposuzione riducendo le adiposità e ridisegnando, contemporaneamente, la silhouette, garantendo in 3-6 mesi un risultato del 41% più efficace rispetto agli interventi tradizionali.

La liposcultura fatta con Bodytite si avvale della radiofrequenza bipolare applicata direttamente sul grasso, attraverso una cannula per aspirazione montata su un manipolo in grado si generare un campo elettromagnetico. In parole povere, il vostro grasso viene riscaldato, sciolto e aspirato nello stesso momento. Il calore è distribuito sul corpo in maniera uniforme e direzionata, quindi va a operare solo sui tessuti mirati, senza coinvolgere quelli sottostanti; un altro vantaggio è quello di avere a disposizione un software che controlla e mantiene in sizurezza l’intero operato della macchina, particolarmente utile soprattutto perché è in grado di tenere sotto continuo controllo la temperatura della zona trattata, gestendola anche in base ai parametri specifici al soggetto su cui si sta intervenendo. Niente più ustioni cutanee tipiche da laser, per intenderci.


L’operazione avviene in anestesia locale (tranne nei casi di adiposità particolarmente diffuse), è adatta a pazienti di tutte le età, comporta una breve degenza (già dopo 48 ore si può riprendere ogni normale attività), non è dolorosa e bastano poche sedute per avere ottimi risultati. A tal proposito, per farvi un’idea potete trovare sul sito ufficiale, oltre agli indirizzi di chi effettua la terapia, anche le foto dei pazienti già trattati

Marina Piconese