Depilazione ed epilazione: le differenze e tutti i metodi

depilazione epilazione differenze metodi

Cleopatra fu la pioniera della depilazionecon la cera d’api estirpava i peli superflui che tanto non piacevano agli imperatori romani.

La depilazione ha dunque una lunga storia, fatta di tecniche diverse e di mode che hanno ampliato l’elenco delle zone da depilare. Le donne, si sa, sono esperte in ogni tecnica: la più efficace, la meno dolorosa, la più economica, ecc…

Da qualche anno si sono avvicinati all'argomento anche gli uomini, alla ricerca di un petto simile a quello dei modelli, lucido e senza l’ombra di un pelo, oppure costretti dallo sport praticato: basta pensare alle gambe lisce dei ciclisti o alle ascelle dei nuotatori. E poi ci sono gli uomini comuni che sotto il maglione l’inverno indossano il gilet di peli e che si sentono in qualche modo costretti, dal severo sguardo di fidanzate e mogli, a fare la ceretta sulla schiena d’estate! Ma poveri! Avete idea di quanto sia dolorosa???

Gambe, braccia, ascelle, inguine, baffetti, torace, schiena… ormai i peli hanno vita dura ovunque decidano si spuntare!

Lamette, creme, gel, cerette, laser, elettrocoagulazione, luce pulsata ad alta intensità e chi più ne ha più ne metta! Le tecniche per disfarci della peluria sono infinite, ma dobbiamo fare attenzione nella scelta di quale usare e dove.

Ogni donna, e anche ogni uomo, ha la sua teoria che si basa semplicemente sulla pratica: ogni pelle, e ogni pelo, reagisce in modo diverso al trattamento scelto. Se siete persone che hanno problemi di circolazione, i frequenti strappi della ceretta possono provocare la rottura di capillari; così come se la vostra peluria è folta, il rasoio è sconsigliato perché comporta una ricrescita piuttosto rapida e, nel contempo, un visibile ispessimento del pelo.

Per prima cosa dobbiamo distinguere tra depilazione e epilazione. Nel primo caso il pelo viene tagliato nel punto di congiuntura con la pelle mentre nel secondo il pelo viene tolto con la radice.

Le tecniche per la depilazione:

1. Rasoio: possiamo rasare qualsiasi parte del corpo, ma è preferibile idratare la pelle con un detergente o una schiuma per aiutare il rasoio a scivolare meglio, evitando così tagli. È certamente il metodo meno doloroso.

2. Creme: anche le creme depilatorie sono indolore, ma sono sconsigliate per chi ha la pelle sensibile. Possono provocare irritazione o allergie.

Le tecniche per l'epilazione:

1. Ceretta: calda o fredda, la ceretta è certamente il metodo di epilazione più comune e più utilizzato da uomini e donne. Si può fare sia da estetiste professioniste, sia a casa, fai-da-te. Può essere applicata su tutto il corpo: la pelle deve essere bene asciutta prima della ceretta e molto idrata dopo, con oli o con creme. L’unica controindicazione sono i peli incarniti: diventando molto sottili, non riescono a bucare la pelle e possono infiammarsi creando dei piccoli foruncoli. Ma non preoccupatevi! Un bello scrub e il problema è risolto.

2. Laser: questa moderna tecnologia di epilazione si basa sul concetto della fototermolisi selettiva. Il laser emette luce monocromatica ad una determinata frequenza in modo da colpire selettivamente la melanina presente nel bulbo del pelo distruggendolo. Durante la depilazione laser si può sentire un leggero pizzicore o fastidio, ma in ogni caso è possibile applicare poco prima del trattamento una crema anestetica. Il trattamento di depilazione laser è controindicato se la pelle è abbronzata o se si fa uso di farmaci foto-sensibilizzanti. Attenzione però ai peli bianchi: il laser non è molto efficace sulle pelurie poco pigmentate.

3. Elettrocoagulazione: prevede l'inserimento di un sottilissimo ago all'interno del follicolo pilifero. Si sfrutta le potenzialità della corrente elettrica per generare una reazione elettro-chimica dalla quale si sviluppa idrossido di sodio (una sostanza corrosiva che distrugge il follicolo pilifero). Tale effetto, si ottiene applicando alla punta dell'ago una corrente elettrica continua, che devitalizza il bulbo nel giro di 10-20 secondi. Al termine dell'operazione, il pelo, insieme al suo bulbo "folgorato", viene sfilato con una semplice pinzetta. Essendo abbastanza dolorosa, è consigliata per la depilazione di piccole zone, come le sopracciglia o i baffetti.

4. Luce pulsata ad alta intensità: offre i benefici di un’epilazione evitando gli spiacevoli inconvenienti dati da metodiche troppo violente o aggressive per la pelle. L’energia della luce viene trasformata in calore nel trasferimento alla pelle. Durante il trattamento, verranno progressivamente distrutti tutti i bulbi piliferi che si trovano in fase attiva. In questo modo, dopo alcune sedute, in media 4 al mese, l’azione della luce pulsata avrà eliminato l’80% dei peli. La selettività secondo la quale agisce questo tipo di tecnologia permette di lasciare integri i tessuti circostanti. Al termine della seduta, si noterà un leggero rossore destinato a scomparire in breve tempo.

Insomma, a ciascuno il suo e, in vista dell'estate, perché non dare uno sguardo anche alle diverse tecniche della depilazione intima?

Silvia Bellucci