Una pelle liscia e luminosa… in uno scrub

Siete riuscite a ritagliarvi un po’ di tempo per voi? Siete libere dall’assillo dei vari impegni?

Perché allora non regalarvi un momento di benessere, che vi assicurerà un aspetto fresco e luminoso? Tranquille, non occorre spendere una fortuna nei centri estetici! Si tratta di un trattamento semplice, ma straordinariamente efficace, che si può eseguire in casa: è lo scrub. Letteralmente significa “pulizia profonda” ed è un metodo utile a rimuovere le cellule morte che si trovano sullo strato superficiale dell’epidermide.
Ogni 2 mesi ci rinnoviamo, naturalmente, “cambiamo pelle”: le cellule più in superficie, cioè, vengono rimosse. Tuttavia con l’avanzare degli anni e con l’inquinamento atmosferico, questo processo di purificazione dell’epidermide tende a rallentare e le cellule morte si accumulano, formando come un velo che copre il colorito naturale della carnagione e la rende spenta, opaca. Lo scrub si rivela quindi come il trattamento ideale per favorire questa rigenerazione epidermica, e restituire alla cute un aspetto più vivo e sano. Si tratta di un gel contenente sostanze abrasive, generalmente semi di nocciola o di albicocca, che, strofinato sulla pelle, consente di eliminare le cellule morte. Posso essere trattate tutte le parti del corpo, in maniera differenziata in base alla sensibilità delle diverse aree.
I piedi sono una delle zone in cui la pelle si presenta più spessa e resistente, per questo richiedono un trattamento piuttosto energico: vanno strofinati a fondo per circa 10 minuti, anche con esfolianti con pietra pomice, ideali per i punti che presentano callosità o per i talloni.
Il corpo va trattato con prodotti più forti per le parti più ruvide come i gomiti e le ginocchia e prodotti più delicati per le altre parti.
Il viso, infine, è la zona più sensibile e contemporaneamente quella che più delle altre manifesta segni di opacità e grigiore se non trattata. Occorre servirsi di esfolianti delicati da massaggiare sulle zone critiche come la fronte, il naso ed il mento per 30 secondi e rimuovere poi con acqua tiepida.
Con quale frequenza è utile fare uno scrub? Le prime volte è bene fare un trattamento a settimana, successivamente le applicazioni si possono diradare, arrivando a 2 al mese. Il consiglio è di non eccedere, poiché si corre il rischio di rendere la pelle troppo sensibile sottoponendola ad esfoliazioni molto frequenti.

I costi sono limitati ed i risultati garantiti: non resta che provare!

Francesca Di Giorgio

Pin It