Tricologia e yoga per combattere la caduta dei capelli

tricologia yoga caduta capelli

Avere una chioma sana e splendente è sicuramente il sogno di molte donne e perché no anche di molti uomini. Ma come fare ad avere dei capelli curati? Sicuramente un piccolo segreto, che può essere d'aiuto per rinvigorire e soprattutto rinfoltire le nostre chiome, è quello di massaggiare abitualmente il cuoio capelluto.

È buona abitudine massaggiare la cute prima di lavarsi i capelli. Quest'attività stimola la circolazione del sangue che porta nutrimento ai follicoli, rilassa i muscoli di testa e collo, rimuovendo persino le tossine. Dedicare alla propria testa un massaggio di almeno un minuto più volte al giorno è un ottimo antidoto contro le calvizie. La medicina stessa ha preso a cuore il problema della salute delle nostre chiome attraverso tricologia e "massaggi tricologici". Con il termine tricologia si definisce una particolare "branca" della Dermatologia che si occupa delle patologie del cuoio capelluto. Innanzitutto è bene chiarire - per evitare truffe di ogni sorta - che non esiste la figura "specifica del tricologo". È il dermatologo, il medico abilitato alla cura di pelle, capelli e unghie.

Quando i capelli iniziano a indebolirsi, l’unico modo per liberare il campo da dubbi, false credenze o illusioni è chiedere aiuto al dermatologo. Nella maggior parte dei casi, la perdita dei capelli rappresenta un fenomeno del tutto naturale, legato all’invecchiamento. Normalmente, ogni giorno si perdono almeno un centinaio di capelli. Tuttavia la sana abitudine di massaggiare la nostra cute o quella del partner, può essere utile a dare nuova linfa alle nostre chiome. Altra dritta è di pettinare i capelli con un pettine a denti larghi in fibra naturale. Se pettiniamo in modo giusto i nostri capelli, prima dello shampoo, si stimola la produzione degli oli naturali protettivi dei capelli.

Chi ha i capelli grassi deve pettinarsi il meno possibile per evitare la formazione di quella patina untuosa sui capelli. Chi, invece, ha i capelli secchi deve fare attenzione alle punte, che tendono facilmente a spezzarsi. Via libera quindi a massaggi rilassanti non solo per il corpo ma anche per i capelli. Altra dritta è di praticare yoga. Alcune posizioni yoga, soprattutto quelle a testa in giù, possono stimolare la crescita dei capelli perché il sangue affluisce là dove serve, stimolando il cuoio capelluto.

Daniela Cocina