Come affrontare al meglio la gravidanza in estate

gravidanza estate

La gravidanza è una condizione particolare per le donne, che soprattutto in estate dovrebbero mettere in pratica qualche piccolo accorgimento per salvaguardare la propria salute e quella del bambino che nascerà presto.

Cali di pressione, spossatezza e disidratazione non devono essere mai sottovalutate sia che decidiate di rimanere in città, sia che abbiate l’opportunità di una bella vacanza al mare.

Per le donne che si ritrovano a dover affrontare l’afa cittadina, il consiglio principale è di bere molto per evitare la disidratazione che, accompagnata da pressione bassa, potrebbe causare capogiri e svenimenti. Dunque via libera soprattutto all’acqua, ma anche agli yogurt da bere, facendo sempre attenzione a non assumere bevande troppo fredde, per evitare ogni pericolo di congestione. Ricordate che in gravidanza bere molto è importantissimo, poiché l’acqua è necessaria per la formazione del feto e del liquido amniotico.

Quando uscite di casa indossate abiti leggeri ed in fibre naturali. Cercate di evitare il più possibile sbalzi di temperatura e, per evitare colpi d’aria, portate con voi un foulard e un golfino leggero.

Nel caso decidiate di partire per il mare, ricordate che l’utilizzo di una crema solare protettiva è davvero indispensabile per proteggere tutto il corpo, e in particolare il viso, dalla formazione di macchie scure dovute al fatto che, a causa dei cambiamenti ormonali in corso nel vostro organismo, la melanina tende a concentrarsi in alcune zone dell’epidermide. Nell’applicazione della protezione, insistete in particolare su zigomi, naso e fronte, senza dimenticare di acquistare uno stick protettivo apposito per le labbra.

LEGGI TUTTO SULLE CREME SOLARI

Durante le passeggiate sul lungomare, utilissime per riattivare la circolazione, riparatevi dal sole con un cappello per evitare capogiri dovuti ad un eccessivo accumulo di calore. Cercate comunque di recarvi in spiaggia soltanto nelle ore meno calde ed evitate di esporvi al sole dalle dieci del mattino alle quattro del pomeriggio, per evitare scottature (se dovesse accadere affidatevi solo a rimedi naturali).

Ovunque vi troviate, nel caso compaiano sintomi sospetti quali gonfiori, formicolii agli arti e frequenti capogiri, non esitate a rivolgervi ad un medico per evitare qualsiasi inconveniente e i dovuti provvedimenti per portare avanti la vostra gravidanza con serenità anche nella stagione più calda dell’anno.

Marta Albè