Shampoo perfetto? Ecco come fare...

shampoo perfetto

Uno dei biglietti da visita più importanti che un individuo può mostrare sono i capelli e, soprattutto per le donne, diventano oggetto di minuziose e specifiche attenzioni che portano via tempo e soldi.

Per fare dei capelli un’arma vincente non è sempre necessario affidarsi alle mani di un hair stylist, ma bisogna semplicemente seguire alcuni consigli da mettere in pratica per eseguire uno shampoo perfetto.

Prima di tutto bisogna scegliere il tipo di shampoo adatto per i propri capelli: a seconda che si abbiano capelli normali, grassi, secchi, sottili, ricci, colorati... esiste uno shampoo creato proprio per curare in modo specifico la fibra capillare.

Anche il modo di lavare i capelli cambia in base alla qualità del capello: per chi ha i capelli grassi conviene lavarli spesso ma delicatamente per non irritare il cuoio capelluto. Invece, chi ha i capelli secchi dovrebbe lavarli meno spesso ma facendo attenzione ad idratarli e nutrirli per restituire loro la morbidezza. I capelli colorati - ricordate di fare sempre affidamento a tinture naturali - invece hanno bisogno di un lavaggio che permetta di dare loro la brillantezza persa dai continui trattamenti.

I capelli non vanno lavati troppo spesso. Troppi lavaggi uccidono le autodifese naturali: quindi di regola conviene lavare i capelli due volte a settimana, usando prodotti specifici per i propri capelli e senza applicare troppo prodotto.

Ma come si effettua il vero shampoo perfetto? Prima di tutto bisogna iniziare con il bagnare i capelli, poi mettere lo shampoo sulla mano e applicarlo sui capelli aggiungendo un po’ di acqua per creare la schiuma e a questo punto bisogna massaggiare sia la cute che i capelli con la punta delle dita.
I movimenti dovrebbero essere diretti dalla cima del capo fino alla nuca per cercare di attivare la micro-circolazione. Dopo fatto questo, bisogna risciacquare e ripetere l’operazione per lavare bene i capelli. Infine si sciacquano i capelli con abbondante acqua prima calda e poi tiepida e infine fredda, che serve a chiudere le scaglie del capello per renderle brillanti.

Ovviamente, da unire al semplice shampoo esistono numerosi balsami o maschere da applicare sui capelli: anche in questo caso ci sono trattamenti specifici in base alla tipologia del proprio capello che vanno applicati sui capelli bagnati e lasciati agire per qualche minuto prima del risciacquo finale.

Dopo averli lavati, bisogna asciugarli con un asciugamano di spugna e poi, dopo averli pettinati, conviene asciugarli di nuovo con un asciugamano asciutto. I capelli ricci andrebbero asciugati in modo naturale senza fohn per evitare che si gonfino, mentre i capelli lisci andrebbero asciugati con l’asciugacapelli se non vogliamo trovarci un nido in testa.

Lazzaro Langellotti

LEGGI ANCHE LA NOSTRA GUIDA ALLA CURA DEI CAPELLI

Pin It