SOS Natale: come lo vivono i nostri amici a quattro zampe?

natale animali

Vi siete mai chiesti come vivono le festività natalizie i vostri animali?

L’albero appena addobbato sarà così bello ed emozionante anche per loro? Avranno mai sognato di baciare la cagnetta del vicino sotto al vischio? Personalmente il mio cane non mi ha mai fatto confidenze al riguardo ma qualcosa di importante l’ha detta in questi giorni l’ENPA (Ente Nazionale Protezioni Animali) che ha stilato un vero e proprio Vademecum in difesa di cani e gatti contro le insidie del Natale.

Sono molti, infatti, gli incidenti che possono capitare ai nostri amici a quattro zampe nelle case vestite di festa, alcuni dei quali in grado di compromettere seriamente la loro salute nonché il nostro stato psicofisico. Cioccolata killer, alberi assassini, piante maledette e botti “da paura” sono solo alcuni dei pericoli descritti dall’ENPA.

L’ALBERO DI NATALE

Con tutte quelle luci colorate e la moltitudine di palline saranno pressoché irresistibili per la maggior parte di cani e gatti. Ma attenzione, il rischio che i nostri beniamini restino folgorati o soffochino ingerendo materiali plastici è molto elevato.

VISCHIO, AGRIFOGLIO E Co

In questo periodo c’è un aumento non indifferente di piante e specie vegetali nelle nostre case. Ma bisogna restare vigili; buona parte di esse può risultare altamente tossica, se ingerita da fido o micio. Cerchiamo di non tenerle a portata di zampa.

CIOCCOLATA KILLER

Sembra quasi il titolo di un film dell’orrore ma è in realtà è una faccenda piuttosto seria. Forse non tutti sanno che sono sufficienti 1.3 mg di cioccolato fondente o 13 mg di quello al latte per causare una grave intossicazione a Fido, che se non diagnosticata in tempo, può risultare fatale.

OSSA, FRITTI E FRATTAGLIE

Durante le festività anche i nostri amici animali, grazie a noi, tenderanno ad una dieta piuttosto ricca e sostanziosa. Prestiamo attenzione agli extra fuori pasto soprattutto se costituiti da ossa, avanzi del pranzo, fritti di varia natura. Eviteremo così spiacevoli e pericolose indigestioni.

I REGALI

Poniamo molta attenzione al regalo di Fido. Palline, giochini e peluche resistono ben poco sotto i morsi giocosi dei nostri amici e possono causare occlusioni e ferite all’esofago. Acquistiamo solo regali sicuri e teniamo sotto controllo gli animali nei momenti di gioco.

BOTTI “DA PAURA”

Quale miglior modo per iniziare l'anno, se non quello di prestare la massima attenzione ai botti di capodanno. E’ questo, infatti, uno dei momenti più delicati delle imminenti festività che preoccupa non poco molti di noi. L’ENPA ci suggerisce di tenere i nostri cani al guinzaglio se siamo fuori a passeggiare. In casa invece è consigliabile tenere gli animali in un luogo il più possibile riparato e accogliente. Evitiamo di rassicurare il nostro cane, terrorizzato dai botti, con delle carezze. Queste sortirebbero un effetto contrario, legittimando nell’animale lo stato di paura e tensione. Cerchiamo invece di restare calmi, creando magari al nostro cane una piacevole distrazione, invitandolo a giocare insieme con noi con la sua pallina preferita.

CANI SMARRITI

Come comportarci se dovessimo avvistare un cane smarrito? L’ENPA ci informa che la procedura migliore è quella di avvicinare l’animale con molta calma e lentamente cercare di rassicurarlo, magari offrendogli del cibo. Successivamente contattare il servizio Veterinario della ASL più vicina che si prenderà cura dell’animale.

Non mi resta che augurare a voi ed ai vostri inseparabili amici a quattro zampe presenti e futuri un felice e sereno Natale.

Lorenzo De Ritis